Dieselgate, anche due milioni di Audi coinvolte nello scandalo

Il marchio controllato da Volkswagen, in una nota, conferma: nei richiami anche 2,1 milioni di Audi. Intanto il ministro Delrio apre alla possibilità di una class action "italiana o addirittura europea"

GERMANIA - Si allarga al marchio Audi lo scandalo sulle emissioni alterate al gruppo Volkswagen. Sono 2,1 milioni le auto a marchio Audi sulle quali è installato il sowtware incriminato che diminuiva il livello di emissioni. Lo comunica un portavoce della casa di Ingolstadt controllata da Volkswagen. 

LE AUTO COINVOLTE - Di queste, 1,42 milioni sono in circolazione in Europa, 577mila delle quali in Germania: tutte hanno un motore EA 189 Tdi 2.0 da 150 cavalli. I modelli coinvolti includono A1, A3, A4, A5, A6, TT, Q3 e Q5. Audi non fornisce al momento i dati sui veicoli in Italia coinvolti dallo scandalo sulle alterazioni ai gas di scarico. Interpellato sulla questione, un portavoce del marchio controllato dal gruppo Volkswagen ha solo risposto che le informazioni a livello nazionale saranno rese disponibili "più avanti".

CLASS ACTION - Intanto il ministro delle Infrastrutture, Graziando Delrio, ha confermato - a margine dell'inaugurazione del Cersaie, a Bologna, come "anche in Italia e in Europa è certamente possibile una class action dei consumatori contro Volkswagen", anche se al momento "non si può prevedere". Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio. "E' possibile. Non si può prevedere. Certamente è possibile". 

CROLLO VOLKSWAGEN - Intanto crolla l'immagine di Volkswagen sul web. E' quanto emerge dall'analisi, realizzata tra il 21 ed il 24 di settembre di IlSocialPolitico.it, primo "social magazine" che indaga sull'attività 2.0 di politica, istituzioni, influencer e fenomeni sociali. I dati rilevati evidenziano come l'immagine della Volkswagen esca a pezzi da questa vicenda. 

I DATI - Mai la rete si era interessata così tanto alla casa automobilistica tedesca come in questi giorni. Utilizzando Google trend si vede come nei giorni dello scandalo le ricerche su "Volkswagen" siano state circa il doppio rispetto all'ultimo anno. In una scala che va da 0 a 100 rileviamo come nei giorni in cui è uscita la notizia il volume di ricerche su "Volkswagen" era al massimo livello, pari a 100, contro una media di circa 50 nell'ultimo anno. I termini di ricerca più correlati alla parola "Volkswagen" sono stati scandalo e borsa. Quest'ultima parola fa riferimento ovviamente alla preoccupazione degli investitori per le performance da brivido effettuate dalla Volkswagen sui listini mondiali.

"CRAC" SU TWITTER - E' su Twitter che si è riversato vero un fiume in piena di messaggi contro il noto marchio tedesco. Il 21 settembre in Italia si è avuto il picco di tweet sull'argomento #Volkswagen che è rimasto nella classifica degli argomenti più discussi per circa 8 ore, risultando così il secondo topic trend. In Germania l'argomento è stato ancora più discusso, visti i tanti hashtag dedicati alla vicenda. Il 23 settembre "Abgaswerte" (Valori dei gas di scarico) è stato il secondo argomento più discusso nella twitter-sfera tedesca. Il giorno prima invece è stato #dieselgate a manipolare l'attenzione degli utenti tedeschi come principale argomento su Twitter. 

Potrebbe interessarti

  • Falsi amici: 7 alimenti che pensi facciano dimagrire ma che invece fanno ingrassare

  • Come fare la valigia perfetta

  • I rimedi per liberarsi dei ragnetti rossi

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi sabato 17 agosto 2019: numeri vincenti

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi martedì 20 agosto 2019: numeri vincenti

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 19 al 25 agosto 2019

  • Virginia, figlia di Paola Ferrari, è tale e quale a mamma: la prima foto su Instagram

  • Temptation Island Vip 2019: data, coppie, conduttore e tutte le anticipazioni

  • Reddito di cittadinanza, lavora (in nero) con uno stipendio di 1.220 euro e prende il sussidio

Torna su
Today è in caricamento