Inquinamento, sequestrati tre impianti del petrolchimico di Siracusa

Sigilli su tre stabilimenti: Esso, Isab Nord e Isab Sud. Erano anni che cittadini, enti ed istituzioni lamentavano il deterioramento dell'aria a causa dell'inquinamento. Il provvedimento arriva dopo un'indagine durata due anni

Foto di repertorio

Su richiesta della Procura, il gip di Siracusa ha posto i sigilli su tre impienti industriali siciliani: lo stabilimento Esso e gli stabilimenti Isab Nord e Isab Sud del polo petrolchimico siracusano. Considerando che il siracusano è uno dei poli più importanti d'Europa per il petrolchimico, si tratta di un provvedimento senza precedenti. 

L'inchiesta che ha portato al sequestro dei tre stabilimenti è partita dopo numerose denunce arrivate da cittadini, movimenti ambientalisti ed enti e istituzioni che si lamentavano per l'aria della città, divenuta ormai irrespirabile. Al termine dell'indagine di un team di esperti, coordinati dal capo della Procura Francesco Paolo Giordano, è stato accertato un "significativo contributo al peggioramento della qualità dell'aria dovuto alle emissioni degli impianti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 27 febbraio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 22 febbraio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 25 febbraio 2020

  • Sgarbi: “Berlusconi mi ha raccomandato anche te”. E Barbara d’Urso furiosa lo caccia dallo studio

  • Lite Sgarbi-d'Urso, la stoccata di Selvaggia Lucarelli alla conduttrice

Torna su
Today è in caricamento