Sesso con due ventenni, poi va dai carabinieri: "Hanno girato un video, ora ho paura"

Una 56enne di Senigallia si è rivolta alle forze dell’ordine dopo una notte di passione con due ragazzi molto più giovani. Il motivo? Un filmato girato a sua insaputa

Immagine d'archivio

"Vi prego, fermate quel video hard". È in estrema sintesi l’appello rivolto ai carabinieri da una 56enne di Senigallia ripresa a sua insaputa (o almeno così sembra) mentre faceva sesso con due ragazzi di vent’anni.

Niente di male, intendiamoci: come racconta Il Mattino, la protagonista di questa storia è una signora separata che non dovrebbe rendere conto a nessuno delle sue abitudini sessuali. Anche delle più scabrose.

Non fosse però che durante l’amplesso la donna si è accorta che uno dei due giovani aveva lasciato il cellulare acceso per immortalare la loro notte di passione. Smaltita la libido la 56enne ha iniziato a preoccuparsi e ha chiesto ai due che quel video fosse cancellato.

Ma le rassicurazioni dei giovani amanti - e c’è da capirlo - non sono servite a placare la 56enne che ha deciso così di andare dai carabinieri e chiedere consiglio sul da farsi. Se non altro - è il ragionamento della donna - avrebbe fatto sapere ai due giovani che le forze dell’ordine erano già state informate e che, nel caso avessero pubblicato il filmato in Rete, "sarebbe bastato poco per risalire a loro".

Ma neppure in caserma la donna ha trovato pace. Scrive Il Mattino.

...come i militari le hanno spiegato, non era possibile sporgere denuncia sulle intenzioni prima che venisse commesso un reato. I carabinieri sempre più spesso risolvono i conflitti prima ancora che diventino problemi ingestibili e prevengono i reati proprio ascoltando la gente, come farebbe il migliore amico o lo psicologo a seconda dei casi.