Sparatoria a Milano, tre morti: il killer catturato dopo una fuga in moto

Ad aprire il fuoco è stato Claudio Giardiello, 57 anni, originario di Benevento e imputato a Milano in un processo per bancarotta. Le vittime sono tre: il giudice Fernando Ciampi, l'avvocato Lorenzo Alberto Claris Appiani e un coimputato nel processo

E' di tre morti e due feriti il bilancio della sparatoria avvenuta questa mattina al Palazzo di Giustizia di Milano. Ad aprire il fuoco è stato Claudio Giardiello, 57 anni, originario di Benevento e imputato a Milano in un processo per bancarotta, che ha esploso alcuni colpi all'interno dell'aula della seconda sezione penale. 

Le vittime sono tre: un giudice, raggiunto da Giardiello al secondo piano dell’edificio, in un'altra aula del tribunale, un coimputato nel processo e lo stesso avvocato del killer. Secondo fonti del Corriere della Sera, confermate poi dal Viminale, l'uomo sarebbe riuscito a dileguarsi su una moto e poi arrestato a Vimercate, nella periferia milanese al termine di una rocambolesca fuga.

LA DINAMICA DELLA STRAGE - La sparatoria è iniziata nell’aula della seconda sezione penale, dove era in corso il processo a carico di Giardello per bancarotta. Qui ha sparato uccidendo l’avvocato Lorenzo Alberto Claris Appiani, 37 anni e suo ex avvocato, che si trovava in aula per testimoniare nella causa di bancarotta a carico di Giardiello

Il giovane legale, di soli 37 anni, è stato raggiunto da un colpo di pistola all'altezza del cuore. Altri due teste sono stati raggiunti dai colpi di arma da fuoco: Giorgio Erba, 60 anni, è deceduto poco dopo il ricovero al Policlinico, mentre era sottoposto a un'intervento chirurgico. Il nipote di Erba, Davide Limoncelli, anche lui testimone al processo, sarebbe in gravissime condizioni al Policlinico. 
Giardiello è poi uscito dalla stanza scendendo le scale: qui ha sparato al commercialista Stefano Verna, di cui era stato cliente. 

SPARATORIA A MILANO, UCCISO L'AVVOCATO APPIANI

IL MAGISTRATO UCCISO - Il magistrato ucciso è il giudice fallimentare Fernando Ciampi. Quando è stato colpito a morte, il giudice stava presiedendo un'udienza nella decima sezione civile nell'aula. Il killer lo avrebbe raggiunto e ferito a morte. Secondo l'Ansa l'autore della sparatoria stava proprio cercando il giudice, che quando era presidente della sezione fallimentare aveva presieduto un processo a suo carico per bancarotta fraudolenta.

CHI E' IL KILLER - Una persona inquietante, paranoica e aggressiva. Valerio Maraniello, ex legale di Claudio Giardiello, l'omicida che ha sparato all'interno del Tribunale di Milano, descrive così il suo ex assistito. Fra le vittime c'è anche Lorenzo Alberto Claris Appiani, avvocato collega di Maraniello che a differenza sua aveva continuato a seguire Giardiello.

L'EX LEGALE DEL KILLER: "ERA INQUIETANTE E PARANOICO"

"L'avevamo seguito due o tre anni fa per un problema di gestione della sua società immobiliare, per una transazione che doveva fare con i soci - ha spiegato Maraniello che si trovava fuori dal Tribunale poco dopo la sparatoria - Io ho mollato l'incarico perché era una persona particolare, ingestibile, non seguiva le direttive, aveva un atteggiamento un po' paranoide, era una persona inquietante".

LE POLEMICHE - Sarà la magistratura bresciana a far luce sull'episodio, ma intanto non mancano le polemiche. Da quanto si è appreso, al momento della sparatoria, i metal detector erano tutti funzionanti. Il governatore della Lombardia, Roberto Maroni, non minimizza l’episodio: "È sconvolgente come una persona possa entrare nel Palazzo di giustizia con un’arma senza essere fermata. Siamo tutti ansiosi di capire cosa sia successo". 

CHI E' FERNANDO CIAMPI, IL GIUDICE UCCISO NELLA SPARATORIA


IRA SALVINI - Ma a cavalcare le polemiche è soprattutto Matteo Salvini: "Se questo è il livello di sicurezza nella Milano di Expo immagino cosa possano pensare di fare dei potenziali terroristi; come sentirsi sicuri se questa è la sicurezza di cui parla Alfano?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prende il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere 78 auto intestate

  • Enzo Iacchetti sul rapporto con Ezio Greggio: "Tra noi un tacito accordo di buona convivenza"

  • Aumenti in busta paga da luglio 2020: chi può sorridere per il bonus "pieno" di 100 euro

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • La giornalista Rosanna Sapori trovata morta nel lago d'Iseo

  • Roberta Girotto, mamma scomparsa: ritrovato il suo corpo nel fiume

Torna su
Today è in caricamento