Stefano Cucchi, chiesto il rinvio a giudizio per cinque carabinieri

Tre militari devono rispondere di omicidio preterintenzionale del giovane geometra romano morto il 22 ottobre 2009 all'ospedale Sandro Pertini. Per altri due militari l'accusa è di calunnia e falso. "E' un traguardo eccezionale" commenta Fabio Anselmo, legale della famiglia Cucchi

La Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio per i cinque carabinieri coinvolti nell’inchiesta sulla morte di Stefano Cucchi, avvenuta il 22 ottobre 2009 nell’ospedale Sandro Pertini. Per i tre militari che arrestarono Cucchi il 15 ottobre precedente, ritenuti gli autori del pestaggio, l’accusa è omicidio preterintenzionale. Gli altri due carabinieri invece devono rispondere dei reati di calunnia e falso. 

I militari sono accusati di abuso di autorità per aver sottoposto Stefano Cucchi a “misure di rigore non consentite dalla legge”.

Il procuratore Giuseppe Pignatone e il sostituto Giovanni Musarò hanno configurato il reato di omicidio preterintenzionale nei confronti di Alessio Di Bernardo, Raffaele D’Alessandro e Francesco Tedesco, all’epoca dei fatti in servizio presso il commando stazione di Roma Appia: sono i tre militari che procedettero all’arresto del geometra, in flagranza di reato per detenzione di droga. Tedesco è accusato anche di falso e calunnia. A Roberto Mandolini, comandante interinale della stessa stazione, vengono attribuiti i reati di calunnia e falso. Anche per il carabiniere Vincenzo Nicolardi pende l’accusa di calunnia.

 Nel procedimento bis sui cinque carabinieri, sono indicati quali parti offese i genitori di Stefano Cucchi (Giovanni e la moglie Rita Calore), la sorella Ilaria e i tre agenti della penitenziaria assolti nei precedenti gradi di giudizio, Nicola Minichini, Corrado Santantonio e Antonio Domenici. 

"E' un traguardo eccezionale". commenta Fabio Anselmo, legale della famiglia Cucchi. "Ce lo aspettavamo - ha aggiunto - ora potremo vedere tutte le carte processuali e tutto il lavoro svolto dalla Procura". 

Guarda anche

Cinema pieno per il film su Stefano Cucchi, la sorella Ilaria: "Tutti sapranno la sua storia"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

I commenti degli spettatori prima e dopo la visione del film al multisala Giulio Cesare, nel quartiere Prati a Roma. Presente anche Ilaria Cucchi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Loredana Bertè: "Abbiamo nascosto in soffitta Mimì per un anno"

  • Bollo auto, due novità importanti in arrivo dal 1° gennaio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: i numeri di sabato 7 dicembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: estratto il 5+1 da mezzo milione. I numeri di martedì 3 dicembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 5 dicembre 2019

  • Reddito di cittadinanza a tutta la famiglia col trucco dell'indirizzo: li hanno scoperti

Torna su
Today è in caricamento