Costruiscono stalla provvisoria per animali "terremotati", denunciati per abusivismo

Come la ormai famosa 95enne Giuseppa Fattori, che vive non distante dalla coppia, sono stati denunciati per abusivismo. E non potranno neppure appellarsi alle disposizioni della nuova normativa appena approvata in Parlamento

Ricordate "nonna Peppina", la signora maceratese che rischiava di essere sfrattata dalla casetta che i familiari avevano costruito a due passi dalla casa danneggiata dal terrremoto del centro Italia. Un nuovo caso molto simile ha per protagonisti gli animali e una coppia che gestisce una piccola azienda agricola a San Martino di Fiastra.

I due, lei tedesca e lui svizzero, avevano costruito nei mesi scorsi un piccolo ricovero per i loro cavalli e le loro capre, rimaste senza riparo dopo il sisma dell'anno scorso e le nevicate di gennaio 2017. Ma anch'essi, come la ormai famosa 95enne Giuseppa Fattori, che vive non distante dalla coppia, sono stati denunciati per abusivismo. Come già notificato da due ordinanze comunali dovranno abbattere le loro stalle provvisorie entro tre mesi. E non potranno neppure appellarsi alle disposizioni della nuova normativa appena approvata in Parlamento, a seguito del clamore e delle polemiche suscitate dalla vicenda di "nonna Peppina".

Purtroppo l’emendamento di legge che attualmente viene discusso in Parlamento riguarda solo le abitazioni e non le stalle e tutti gli animali che si trovano nelle zone facenti parte del cratere saranno costretti a passare l'inverno senza alcun riparo.

"Le stalle che abbiamo realizzato da soli e a nostre spese, dopo il terremoto e a seguito della grande nevicata dello scorso inverno devono essere abbattute senza altra possibilità. Ci chiediamo quindi come affronteranno i mesi freddi i nostri animali senza alcun riparo. La Regione Marche aveva "parlato" di una stalla provvisoria, ma questa non è ancora stata montata e comunque non sarà abbastanza grande per contenere tutti i nostri animali. Chiediamo quindi che le stalle non vengano abbattute: amiamo il luogo in cui viviamo e con esso i nostri animali e questo ci sembra l'unico modo per proteggerli".

Mentre ai titolari dell'agriturismo "Due sorelle" di Fiastra che cercano di sopravvivere con i loro animali nelle campagne di Macerata viene applicata la legge con puntuale e giusta inflessiblità.

In tutta l'area del cratere marchigiano del sisma sono state montate ad oggi, a favore degli sfollati 400 casette su 1875 richieste. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Tutta scena, all'ultimo momento arriverà la Brambilla a salvare capre,cavoli e cavalli,e a far fare la figura magnanima a governo e complici con una deroga....

  • Ma i campi nomadi non sono abusivi..... non dice mai niente nessuno.... Si fa così per dire... Magari il comune sarà solerte anche lì.....

  • Abusivo e' comprare aerei per andare a vedere partite dite a Renzi!

Notizie di oggi

  • Politica

    La mannaia del governo sulle periferie: ecco quali progetti rischiano lo stop

  • Attualità

    Il decreto di Genova diventa un caso: mancano le coperture?

  • Cronaca

    La banda del Chietino fa paura. Un testimone: "Il capo è un pugliese, gli altri dell'est"

  • Video

    "Costretta a scegliere tra la casa e mio figlio", l’appello di Barbara: disoccupata sotto sfratto

I più letti della settimana

  • Grande Fratello Vip 2018: cast, puntate e tutto quello che c'è da sapere

  • Uomini e Donne, Sara Affi Fella smascherata: il commento di Maria De Filippi

  • Pensioni, tra illusioni e realtà si va verso quota 100 "depotenziata": che cosa significa

  • Lunedì occhio al bonifico, 45 italiani diventeranno milionari

  • Il dramma di Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

  • Lamberto Sposini bacia Barbara d'Urso: "Carmelita smack"

Torna su
Today è in caricamento