Il sacrificio di Eleonora, morta nell'inferno di Corinaldo: ha protetto la figlia fino alla fine

La donna, di 39 anni, lascia quattro figli. Nel club "Lanterna Azzurra" era presente anche il marito che però a causa della confusione ha perso di vista moglie e figlia: "Non era un concerto ma una discoteca strapiena di gente e piena di alcolici. Porti tuo figlio lì ed erano tutti ubriachi"

ANSA

"Mamma mi ha protetto fino all'ultimo istante. Quando siamo finiti in mezzo alla folla lei urlava "c'è la piccola c'è la piccola". Cercava di farmi spazio con il suo corpo per non fari schiacciare, poi è caduta più in basso". E' il drammatico racconto della figlia undicenne di Eleonora Girolimini, la donna di 39 anni morta nella tragedia alla discoteca "Lanterna azzurra" di Corinaldo, in provincia di Ancona.

Secondo il Corriere della Sera, la bambina - che è sopravvissta alla tragedia - avrebbe raccontato al papà cos'è successo in quei drammatici istanti. La mamma ha cercato di proteggerla fino all'ultimo, poi è stata risucchiata dalla calca. In quella discoteca quella sera c'era anche il padre che però, in quei momenti concitati, ha perso di vista la moglie e la figlia.

"Non ce la faccio a dire niente" ha detto all'ANSA. "Solo che quattro figli sono rimasti senza la loro mamma e uno di loro prende ancora il latte. Parlerò più avanti per dire quello che è successo lí dentro. Non era un concerto ma una discoteca strapiena di gente e piena di alcolici. Il concerto doveva iniziare alle 22 e invece non iniziava. Porti tuo figlio lì ed erano tutti ubriachi". 

Eleonora lascia quattro figli, due gemelline di sette anni e un bimbo di neanche un anno. "Conoscevo la mamma morta nella discoteca: una brava mamma. E' una tragedia immensa" ha detto all'Adnkronos il parroco della chiesa di S. Pietro Apostolo di Corinaldo, Don Giuseppe Bartera Sebastianelli. Oltre alla figlia di 10 anni, la donna lascia due gemelline e un bambino più piccolo. Al concerto, ha raccontato Don Giuseppe "c'era anche il papà: ed è la piccola a consolare il padre, disperato, da venerdì sera".

Le altre vittime della tragedia sono tutte giovanissime: Asia Nasoni, promessa ella ginnastica artistica ed Emma Fabini avevano entrambe 14 anni. Insieme a loro hanno perso la vita Daniele Pongetti, 16 anni, di Senigallia come Asia, Benedetta Vitali, 15 anni, di Fano e Mattia Orlandi, di Frontone, anche lui 15enne.  

Guarda anche

Asia ed Eleonora morte a Corinaldo: il duro ritorno sui banchi nella scuola del doppio lutto

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Intervista a Daniele Sordoni, dirigente scolastico del liceo Enrico Medi di Senigallia, frequentato da una delle sei vittime del dramma di Corinaldo: "Psicologi al nostro fianco per star vicino ai ragazzi"

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (23)

  • bravo Luca tutti bravi a giudicare dall'alto dello scranno.Poi sono i peggiori

  • Non giudicate..la colpa è di tutti noi..che stiamo a guardare..bisogna reagire è soprattutto educare i nostri i figli...non lasciarli fare solo perché un gruppo di ignoranti lo fa. Questo è l’errore più grande... “ vanno tutti che faccio non la mando!” Bisogna capire che a 14 anni non si è responsabili..non si è maturi per affrontare una situazione del genere..

    • Tutti noi chi?? La colpa è dei genitori che dovrebbero dire qualche sonoro NO a questi bimbetti viziati. Ma siccome dire SI è più facile perché eviti la discussione, ecco che si arriva a mandare all 'una di notte un bimbo di 14 anni in discoteca che neanche a 30 anni..... Indagate i genitori, subito.

  • e se quel ragazzo non avesse spruzzato il peperoncino? probabilmente non sarebbe successo niente. ora risponderà: non pensavo, non credevo, ero un po' annoiato., stiamo crescendo generazioni di non responsabili. bel modo di amarli.

  • L'unico modo per proteggere tua figlia di 11 anni era quello di non andarci. E a 11 anni far ascoltare uno cerebroleso che inneggia alla droga, al sesso, ai soldi facili è ancora più avvilente. Troppi si troppo di tutto. Il proprietario doveva proibire l'ingresso agli under 16 anche accompagnati. Revocare tutte le licenze

  • Per me i responsabili sono i genitori..nn si possono mandare figli in una discoteca di @#?*%$ per vedere ki..un cantante senza senso...mi dispiace per i ragazzi morti.. ma io la penso così...meglio noi del sud..ke siamo ke ci opponiamo hai figli..specialmente a quelle età ....dovevano impedirgli di andare soprattutto i minorenni..cn questo mondo di @#?*%$ ke attraversiamo..!!!!! ????????????????????????

    • scrivi ancora con le k ? ominide !!! analfabeta. la tua opinione vale meno della mer**

    • Avatar anonimo di Luca
      Luca

      Meglio noi del sud..... e poi frasi sconnesse e senza senso.. Ti descrivi da solo. Questa muore e tu ti dai la pacca sulla spalla da solo. Povero terroncello

    • Perfettamente d'accordo

  • Concordo in parte sulle colpe della donna che è morta ..chi ha figli forse capisce che non sempre è facile dire di no...vero una discoteca all'una di notte non è il posto migliore ....Per me invece chi ha maggiori colpe sono gli organizzatori perché non è possibile fare entrare più persone di quelle che poteva contenere dietro ce solo l'interesse economico e poi la sicurezza dove la lasciamo se scoppiava incendio ci sarebbe stata una strage...per fare certe cose ci voglio locali idonei.... posti così vanno chiusi x me...

  • Pienamente d'accordo con stefi bond, a 11 in discoteca all'una di notte dove si sa quel che succede. I genitori oggi spesso non ragionano su questo

    • Grazie, condivido pienamente.

  • Mi dispiace tantissimo per la morte di queste persone, ma l'unico modo per proteggere i figli, e stiamo parlando di bambini di 11, 14 anni, sarebbe stato quello di non portarli in una discoteca all'una di notte, un orario dove a quell'eta' stai già dormendo da ore. Sappiamo bene cosa può accadere nelle discoteche, e il gesto scellerato di quella madre irresponsabile, purtroppo deceduta, che porta una lattante delle elementari in una discoteca dove è ordinario bere e trovare esaltati di ogni tipo, sia simbolo dell'incoscienza genitoriale.

    • Pienamente d'accordo! Tra l'altro stiamo parlando di genitori abbastanza giovani, e non è da escludere che fossero lì anche per il loro piacere personale oltre quello dei figli. E' chiaro che in una società civile chiunque dovrebbe essere libero di andare a sentire chi preferisce e con chi preferisce, compresi i bambini, ma purtroppo dobbiamo fare i conti con questi tempi, tempi in cui bambini di 11/12/15 anni alle 23 stanno già ubriachi in fila per entrare in discoteca, e non se ne vanno prima dell'alba completamente strafatti: a chi porta i figli in questi luoghi (e ad ascoltare certi imbecilli, come nella fattispecie) dovrebbe esser tolta la patria potestà. E ai gestori la licenza.

      • Grazie e concordo con tutto quanto hai scritto

    • poteva essere una discoteca come qualsiasi altro posto. Anzi che dire scemenze taci che è meglio

    • Avatar anonimo di Luca
      Luca

      Hai perso un'occasione per tacere. Quella donna è morta e tu dispensi pillole di saggezza genitoriale. Che pena....

      • Quella donna è morta per incoscienza. Tua figlia di 11 anni non la porti all'una di notte in discoteca tra alcol ed esaltati di ogni tipo. Io indagherei tutti quei genitori che hanno portato i loro bambini in discoteca di notte. Sono loro i colpevoli.

      • e invece ha ragione... mia figlia a 11 anni non l'avrei mai lasciata andare in discoteca così tardi, e ,ascoltando le canzone di questo'pseudo cantante' avrei cercato di dissuaderla dal seguirlo .. il risultato???? 4 bambini senza una madre ... ne valeva la pena ???

        • Dovrebbe esserle concessa la possibilità di ragliare il più forte possibile, cosi che tutti voltandosi si accorgerebbero della sua stupidità. Una prece.

        • Avatar anonimo di Luca
          Luca

          Il silenzio è d'oro dinanzi alla morte. Le somme tiratele fra qualche settimana. Tra poco direte che se l'è cercata e meritata. (Infatti non ha mandata, c'erano entrambi i genitori). Immagino che tutti abbiate il premio genitore dell'anno sul comodino....

        • Grazie, concordo.

Notizie di oggi

  • Attualità

    Dragone senza diritti: la disumanità cinese che l'Italia ignora pur di far cassa

  • Mondo

    Trump incendia (ancora) il Medio Oriente: preoccupazione per i caschi blu italiani

  • Cronaca

    A San Ferdinando i braccianti continuano a morire: "La peggiore smentita alle vanterie di Salvini"

  • Politica

    Riace, la Procura di Locri chiede il rinvio a giudizio per Mimmo Lucano

I più letti della settimana

  • Isola dei Famosi 2019: cast, concorrenti, puntate e tutte le anticipazioni

  • Il duro messaggio di Alessandro Casillo: "Cara Maria, ecco perché ho lasciato Amici"

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi sabato 16 marzo 2019

  • Elezioni europee 2019, la guida al voto: tutto quello che c'è da sapere

  • Carlo Conti confessa: "Ho ripreso al volo mia moglie Francesca"

  • Bocca secca e dolori, per l'ospedale stava bene: 7 indagati per la morte di Alessandro

Torna su
Today è in caricamento