In amor vince chi fugge, ma sarà proprio vero?

Scegliere la trasparenza di sentimenti o mantenere un alone di mistero, un dilemma che prima o poi riguarda tutte le donne

Julia Roberts in "Se scappi ti sposo"

Intrattenere una relazione amorosa - piacevolissima occupazione, ma non per questo esente da stress - comporta sempre un atroce dilemma: meglio seguire il proverbio "In amor vince chi fugge.." o  meglio scegliere l'autenticità e la traspearenza, lasciando perdere giochetti e piccoli inganni?

Verrebbe da scegliere immediatamente la seconda opzione, soprattutto se ci si ritiene persone mature e se si hanno tra gli obiettivi primari della propria vita la sincerità e la lealtà d'animo, tuttavia....

diciamolo francamente, anche se sottovoce: non sempre l'assoluta trasparenza frutta in campo sentimentale i risultati sperati, mentre una certa dose di mistero e di reticenza è ben più intrigante. Tristissimo, vero?

Nessuno è esente da questa legge di natura, che fa sì che proprio quando l'amore non è facile attiri ancora di più, rendendo non solo la conquista un gioco e una sfida eccitante, ma anche la vita di coppia meno monotona e più emozionante.

Il segreto, come sempre, è nel dosare abilmente pesi e misure: un pizzico di ambiguità e di mistero è attraente, ma se si esagera si ottiene inevitabilmente l'effetto boomerang, e addio rapporto di coppia!

Dell'arte di farsi desiderare ed inseguire - ma non troppo - c'è anche chi ha scritto un libro: "101 modi per far soffrire gli uomini", di Daniela Farnese, alias Dottoressa Dania, insegna alle donne tutta una serie di diaboliche modalità per mantenere sulle spine il proprio uomo, evitando così il famigerato effetto "solita minestra"!

La prefazione del libro, che è edito dalla Newton-Compton, è nientemeno che di Luca Bizzarri, il simpatico comico in coppia con Paolo Kessisoglu, che per una volta si mette dalla parte delle donne e vanta tutti i pregi del manuale (un vero e proprio vademecum per donne che hanno sete di vendetta...)

"Siamo sempre attratti da chi ci sfugge e ci ritroviamo a patire per uomini che non ci vogliono (e quindi meritano) perché l'idea di non possederli ci rende folli - dice l'esperta dottoressa Diana - Far soffrire un po' il maschio, senza esagerare, è una buona tecnica per sedurlo, per conquistarlo e per tenercelo stretto. La totale devozione rischia di annoiare, tenerlo un po' sulle spine aumenterà il desiderio per noi".

Premessa irrinunciabile per conquistare un uomo è, paradossalmente, quello di non avere nessuna urgenza di farlo. Gli uomini "odorano" le donne dipendenti, a caccia di un compagno a tutti i costi, e questo toglie immediatamente ogni fascino alla donna in questione. Insomma, più "si cerca", meno si trova.

Altra regola fondamentale è che una donna è tanto più attraente agli occhi di un potenziale compagno quanto più dimostra di divertirsi e di apprezzare la sua compagnia, ma anche quanto più sa stare da sola con se stessa, ricavandone piena soddisfazione. L'autonomia affascina sempre, mentre la dipendenza può essere gratificante nel breve periodo ("non riesco a vivere senza di te"), ma alla lunga stanca e allontana.

"Dimostratevi dolci e accomodanti, ma senza abbassare la guardia. Tenetelo sulle spine. Non cedete su tutta la linea, e riservatevi sempre spazi per voi stesse" - dice la saggia dottoressa.

A voi piace ballare e a lui no? Evitate di cedere a ricatti e di rinunciare alla vostra passione: all'inizio non sarebbe forse un grosso sacrificio, ma poi ve ne pentireste amaramente. Se lui non è disponibile ad imparare a ballare, vuol dire che andrete con le vostre amiche, magari non sei sere a settimana, ma abbastanza regolarmente sì.

"Rendetelo un po' geloso, ma non ricambiate facendo a vostra volta scenate di gelosia: dimostratevi superiori, e sicure del vostro fascino. Una donna è tanto più attraente quanto più si sente tale".

E ancora:"Curate sempre il vostro aspetto, ma soprattutto per voi stesse, per sentirvi sempre al massimo".

E poi, il consiglio che a noi piace di più: "Imparate a separare l'amore dal sesso, quando necessario. Concedetevi per divertimento, per gioco, per fantasia, senza appesantire con troppe aspettative la vostra vita sessuale. Prendete l'iniziativa quando ne avete voglia, e dite chiaramente "no" quando non vi va. Lui ne soffrirà, ma ne sarà soggiogato".

Sì, perchè la leggerezza, l'ironia e la capacità di vivere all'insegna del "carpe diem" sono sempre carte vincenti, nella vita come nell'amore!

Nella foto: Julia Roberts in una scena di "Se scappi ti sposo", un divertente film del 1999 in cui recitava in coppia con Richard Gere

 

 

 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Di Maio e il nuovo M5s di lotta e di governo: basta sconti a Salvini

  • Economia

    Pensioni, con la nuova indicizzazione ci perdono (quasi) tutti

  • Economia

    Perché l'Ue ha multato la Nike per 12,5 milioni di euro

  • Politica

    Basilicata, alle elezioni vince il generale della Finanza designato da Berlusconi

I più letti della settimana

  • Isola dei Famosi 2019: cast, concorrenti, puntate e tutte le anticipazioni

  • Belen rompe il silenzio: "E' stato Stefano a tornare: aveva sbagliato. Non sono riuscita a costruire un'altra famiglia"

  • Carlo Conti confessa: "Ho ripreso al volo mia moglie Francesca"

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 25 al 31 marzo 2019

  • Pensioni, c'è una novità importante sugli assegni in pagamento ad aprile

  • Torna l'ora legale: lancette da spostare (e gli effetti sul nostro organismo)

Torna su
Today è in caricamento