“Il sesso non è una causa primaria dell’arresto cardiaco”: lo studio

A dirlo una ricerca realizzata dal Cedars-Sinai Heart Institute che indica il rischio maggiore nei maschi

foto archivio

Il sesso non è una causa primaria dell’arresto cardiaco.

Lo suggerisce una ricerca realizzata dal Cedars-Sinai Heart Institute e presentato al meeting dell’American Heart Association, secondo quanto riporta la Bbc. Solo 34 dei 4.557 arresti cardiaci esaminati è avvenuto durante o entro un’ora da rapporti sessuali, rivela la ricerca. E 32 di questi casi riguardano soggetti di sesso maschile.

Un arresto cardiaco avviene quando, per un malfunzionamento del cuore, c’è un blocco del battito e senza interventi d’urgenza si rivela fatale. Differisce dall’infarto, che è la morte di una parte del muscolo cardiaco a seguito di carenza di afflusso di sangue e ossigeno a causa di un’ostruzione delle coronarie.

Se è noto che l’attività sessuale può innescare un infarto, finora non era conosciuta la relazione tra sesso e arresto cardiaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buoni fruttiferi postali, il "brutto pasticcio" sui rimborsi

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 20 febbraio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 18 febbraio 2020

  • C'è posta per te, Maria De Filippi perde la pazienza: "Non ce la posso fa"

  • Heather Parisi: "La mia vita in Cina nell'inferno del Coronavirus. Qui si lavora da casa, i prodotti sono razionati"

Torna su
Today è in caricamento