Fenomenologia della Milf

Sono donne mature, madri impegnate e professioniste della conquista: ecco perchè piacciono agli uomini di ogni età

Madre di Stiffler

Nel mercato libero della conquista del maschio la concorrenza spietata tra pulzelle e matrone si gioca a colpi di estrogeni novelli e frizzanti ormoni d'annata. La floridezza delle carni oggi è minacciata dall'esperienza delle MILF, giunoniche matrone genitrici di prole, che brandiscono il pugnale dell'avvenenza come corpo contundente di virili turbamenti.

Con l'acronimo di "Mother I'd Like to Fuck" -coniato per la madre di Stifler, protagonista del film American Pie-, si fa riferimento ad una categoria di donna in possesso di precisi requisiti anagrafici e fisici:

-età: superiore a 35 anni
                                                                                                    
-status di famiglia: (almeno) un figlio, (almeno) un compagno, (almeno) un amante e svariati ex.
-segni particolari: eventuali ritocchini chirurgici sparsi qua e là nel perimetro di un corpo da pin-up stagionata.

Luoghi deputati all'incontro della specie: palestre, estetiste, scuole frequentate dai figli. Professioniste dell'ancheggiare su altezze funamboliche, camminano tenendo in una mano lo zainetto del figlio e nell'altra il cellulare, poichè se nel tempo libero fanno le mamme, di lavoro prendono appuntamenti per se stesse. La baldanza dell'andatura diventa una tacita dichiarazione di guerra tutt'altro che fredda per la giovane età del tenero virgulto, chiamato a dimostrare sul campo le doti di un'esordiente "maschitudine".  

Look: un forte impatto sull'istinto più maschio è assicurato da scollature vertiginose e magliette aderenti, generose nel mostrare il recupero strutturale spesso ottenuto in una clinica estetica, e si mescola a quel primordiale ricordo del seno materno che sa tanto di un insuperato complesso di Edipo.


Le movenze invitano, le labbra seducono, lo sguardo domina. Le ciglia, sbattute lentamente ma spesso, -vuoi per il cospicuo strato di mascara che appesantisce la palpebra, vuoi perché è così che si fa- diventano alcova di ardenti promesse, che l'apprendista prescelto vuole, deve mantenere, per dirsi degno delle aspettative di cotanta donna e diventare il centro gravitazionale delle pacche sulla schiena degli amici, per i quali incarnare l'esempio di un autentico stallone di razza.

Gli esemplari di questi mammiferi rapaci sobillano le fantasie maschili più invereconde, di adulti assennati come di canditi sbarbatelli, e sovvertono il virile sistema sensoriale di norma attratto da bellezze di fresco turgore, adeguando al moderno slang linguistico quell'antico detto secondo cui "gallina vecchia fa buon brodo".