L'ipertensione non fa più paura, arriva la dieta Dash

Dagli USA una dieta che permette di tenere sotto controllo la pressione sanguigna e migliorare lo stato di salute generale

Foto @ TM News Infophoto

Tra i disturbi "silenti" che possono affliggerci senza che avvertiamo - almeno inizialmente - sintomi di particolare gravità c'è sicuramente il rialzo della pressione, vale a dire l'ipertensione. Un controllo regolare della pressione sanguigna è un'ottima abitudine, che può prevenire varie patologie.

Se però sapete già di avere la pressione tendenzialmente un po' troppo elevata, c'è ora la possibilità di ricorrere ad un opportuno regime alimentare, arrivato fresco fresco dagli States, la dieta DASH.

Solitamente, parlando di "dieta," si pensa ad un regime alimentare che ha come scopo il dimagrimento, ma in realtà le scelte alimentari influiscono non solo sull'aumento delle adiposità, ma anche su tanti altri fattori - e quindi sul nostro stato di salute in generale.

Le ultime  ricerche recenti dimostrano in particolare che è possibile abbassare la pressione proprio ricorrendo alla dieta DASH - acronimo che sta per Dietary Approaches to Stop Hypertension - in combinazione con la riduzione dell'assunzione di sodio (in particolare di sale di cucina).

Entrambi questi fattori, anche singolarmente, sono in grado di abbassare la pressione: combinando la dieta e il minore apporto di sodio si possono tuttavia ottenere i maggiori benefici e si può contribuire in modo significativo alla prevenzione dell’ipertensione.

La dieta DASH prevede il consumo di circa 2.000 calorie al giorno, che possono essere suddivise tra 6-8 porzioni di cereali (da tradursi in 50 grammi di pasta, riso, cereali o pane), 4-5 porzioni di verdura (ad esempio 50 grammi di broccoli, patate dolci, carote o pomodori), da 2 a 3 porzioni (equivalenti ad una tazza) di latticini a basso contenuto di grassi, latte scremato o yogurt, fino a 6 porzioni di pesce, pollame o carne magra e infinte legumi e frutta.

Se siete amanti dei dolciumi, non temete! La dieta Dash consente infatti fino a cinque porzioni di alimenti dolci a settimana. In pratica, essa permette di mangiare un pò di tutto, ma limitandosi a piccole porzioni. Infatti, il termine "dash" può essere anche tradotto in "piccole porzioni".

Mettendo a confronto la Dash con molte altre diete,  gli esperti hanno ritenuto che essa è particolarmente efficace  anche contro il diabete e per mantenere il cuore in salute. Inoltre, vantaggio non da poco, consente di perdere anche qualche chilogrammo di troppo!

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Foto @ TM News Infophoto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Belen contro Barbara d'Urso: l'affondo durante una diretta su Instagram

  • Coronavirus, dalla suola delle scarpe alle verdure: i chiarimenti dell'Iss

  • Coronavirus, come sono cambiati i trasporti pubblici durante l'epidemia

  • Coronavirus, a Rimini guarisce anziano di 101 anni: è nato durante l'epidemia di spagnola

  • Coronavirus, lo stop dei benzinai: "Chiudiamo gli impianti: prima sulle autostrade, poi gli altri"

  • Coronavirus, Mattarella ha firmato il decreto: da oggi al via la nuova stretta, cosa cambia

Torna su
Today è in caricamento