La "drunkoressia" in vertiginoso aumento, ecco cos'è

Circa 300 mila casi tra i giovani nella fascia d'età dai 14 ai 17 anni. Ben otto volte su dieci colpisce le donne

Il termine è inconsueto, una sorta di neologismo che coinvolge una parola inglese ("drunk", cioè ubriaco) e che indica un fenomeno preoccupante che si sta diffondendo sempre di più anche tra i giovani italiani.

La "drunkoressia" è la nefasta abitudine di digiunare per poi consumare bevande ad alta gradazione alcolica. L'obiettivo del digiuno è quello di poter poi bere liberamente senza preoccuparsi del calcolo delle calorie ma, soprattutto, di godere maggiormente degli effetti inebrianti dell'alcool.

A  digiuno, l'alcool viene infatti rapidamente assorbito dalle pareti stesse dello stomaco, giungendo a velocità di record nel flusso sanguigno.

Nato negli Stati Uniti (e dove, altrimenti?), questo fenomeno si sta allargando a macchia d'olio anche in Italia, dove sono stati registrati circa 300 mila casi tra i giovani nella fascia d'età dai 14 ai 17 anni; particolare non trascurabile, ben otto volte su dieci sono di sesso femminile.

Inutile precisare che gli effetti della drunkoressia sono estremamente dannosi, in quanto alle devastazioni perpetrate dall'alcool sul fegato e sul sistema nervoso si sommano pericolosi cali di peso con scomparsa del ciclo mestruale nelle ragazze, pericolo di osteoporosi, aritmie cardiache e steatosi epatica (aumento di grassi nel fegato, primo passo verso la cirrosi).

In molti casi, oltre all'assunzione di alcolici, viene fatto anche largo uso dei cosiddetti "energy drinks", ritenuti a torto assolutamente inncoui e assunti perfino dai giovanissimi sotto i 14 anni, che ne consumano in media 0,95 litri a settimana (circa 4 litri al mese).
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La testimonianza di Heather Parisi dalla Cina: "Oggi possiamo uscire, ma vietati tavoli al bar"

  • Belen contro Barbara d'Urso: l'affondo durante una diretta su Instagram

  • Coronavirus, come sono cambiati i trasporti pubblici durante l'epidemia

  • Fabio Cannavaro dalla Cina: "Oggi è finita la quarantena, ecco la mia testimonianza"

  • Coronavirus, anziani restano senza acqua: la figlia chiama il 112 dalla Germania

  • Coronavirus, a Rimini guarisce anziano di 101 anni: è nato durante l'epidemia di spagnola

Torna su
Today è in caricamento