Prende delle pillole per dimagrire e rischia la vita: "Mi hanno distrutto lo stomaco"

La 19enne Hannah Taylor ha raccontato i danni fisici subiti dopo aver assunto un prodotto a base di caffeina con l'intento di eliminare qualche chilo: “Sono quasi morta di disidratazione" ha detto al 'Mirror'

Prende delle pillole per dimagrire e rischia la vita: "Mi hanno distrutto lo stomaco"

A soli 19 anni Hannah Taylor, una scozzese che come tante ragazze della sua età lamentava qualche chilo di troppo, ha rischiato seriamente di morire proprio nel tentativo di dimagrire.

Come riporta il Mirror, la ragazza sostiene di essere “quasi morta” dopo aver assunto delle pillole che promettevano grandi risultati, ma che alla fine le hanno “strappato il rivestimento dello stomaco”. 

Dopo essere ingrassata in pochi mesi di circa 20 chili - passando da 65 a oltre 85 - a causa di alcuni farmaci assunti per curare il suo bipolarismo, lo scorso agosto Hannah ha deciso di comprare dei prodotti alle erbe utili ad ccelerare il metabolismo e di consumarli per sei mesi, finché non è finita al pronto soccorso. 

“Sono quasi morta di disidratazione” ha raccontato la ragazza ora in fase di guarigione, aggiungendo di aver vomitato in continuazione durante quel periodo, di non riuscire a muoversi e di accusare sempre dolori fortissimi al petto.

Solo in seguito, grazie all'aiuto dei medici, Hannah ha scorperto che erano state quelle pillole ad averle provocato una lacerazione alla mucosa gastrica. Secondo gli esperti che l'hanno curata, infatti, la caffeina delle pillole al tè verde (una pillola è l’equivalente di 5 tazze), potrebbe aver causato la eccessiva disidratazione che lei tentava invano di attenuare arrivando a bere anche 6 o 7 litri d’acqua al giorno: "Eppure mi ero ben informata sulle caratteristiche di quelle pillole. La ragazza del negozio mi aveva anche detto che erano le migliori” ha aggiunto ancora.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al Mirror un portavoce della società che produce le pillole incriminati, la Holland & Barrett, ha voluto chiarire come quello della 19enne sia il primo caso simile: "Non avevamo mai ricevuto denunce di questo tipo. Nelle istruzioni di alcuni prodotti c’è scritto di non abbinarli a determinati tipi di farmaci e a consultare prima dell’assunzione il medico di famiglia".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, vinti 59 milioni di euro nell'estrazione di oggi martedì 7 luglio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 4 luglio 2020

  • Mangiano e scappano senza pagare: ma la figuraccia di quattro amici è "epocale"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 9 luglio 2020

  • Giro d'Italia 2020, tutte le tappe: altimetria, calendario e percorso

  • Stato di emergenza Covid, si va verso la proroga: ecco le conseguenze

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento