Coppie 'cornute', occhio alle dita! L'anulare lungo svela il tradimento

Secondo l'Università di Oxford, il partner è incline al tradimento se mostra una particolare rapporto di lunghezza tra anulare e indice e la ragione sarebbe di tipo ormonale

Occhi puntati sulle mani del partner: chi teme un tradimento, questo deve fare, secondo i ricercatori dell'università di Oxford, deve guardargli le dita, che pare siano l'indicatore subdolo ma inequivocabile dell'attitudine genetica all'infedeltà di coppia

Stando a quanto esaminato dal team di esperti guidati dallo psicologo Rafael Wlodarski che ha pubblicato lo studio sulla rivista Biology Letters, esiste un nesso tra la lunghezza degli arti e la propensione alla scappatella tale che, se l'anulare è più lungo dell'indice della stessa mano, il compagno, prima o poi, pianterà un paio di corna alla consorte e viceversa, il tutto per cause riconducibili alla gestazione e alla quantità di testosterone sviluppata nell'utero materno.

La ricerca, condotta su un campione di 1300 cittadini britannici, ha rilevato che il 57% degli uomini è infedele, percentuale che scende al 47 per le donne proprio perché la lunghezza dell'indice viene determinata ancora prima che un bambino nasca dal livello di ormoni cui il feto è esposto all'interno dell'utero materno: chi ha l'indice lungo sarebbe quindi immerso in una dose extra di testosterone, legato all'appetito sessuale e al desiderio per più di un partner, mentre uomini e donne con l'indice e l'anulare quasi uguali sono invece più inclini a restare fedeli.  

Tuttavia, dopo aver gettato una bomba che di certo darà il la a qualche dicussione di coppia, Robin Dunbar, coautore dell'articolo, tranquillizza chi sta già spizzando i centimetri sospetti, sostenendo che questo non è che un dettaglio e che, alla fine, "il comportamento umano è influenzato da diversi fattori, come l'ambiente e le esperienze di vita, che hanno un effetto molto più marcato sulla fedeltà rispetto a quanto avviene nell'utero materno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Belen contro Barbara d'Urso: l'affondo durante una diretta su Instagram

  • Coronavirus, come sono cambiati i trasporti pubblici durante l'epidemia

  • Coronavirus, dalla suola delle scarpe alle verdure: i chiarimenti dell'Iss

  • Coronavirus, lo stop dei benzinai: "Chiudiamo gli impianti: prima sulle autostrade, poi gli altri"

  • Coronavirus, a Rimini guarisce anziano di 101 anni: è nato durante l'epidemia di spagnola

  • Coronavirus, Mattarella ha firmato il decreto: da oggi al via la nuova stretta, cosa cambia

Torna su
Today è in caricamento