Adolescenti turbate dai 'filf', la risposta maschile all'erotismo delle milf

Anche le ragazze restano folgorate dall'avvenenza dei padri delle amiche, ma nessuno osa parlarne per i pregiudizi culturali che avvolgono la sessualità femminile

Sdoganate dall'anfratto di un linguaggio di nicchia, le milf rientarno ormai in una categoria lessicale tanto conosciuta quanto diffusa, che si rimpolpa col drastico aumento delle primipare attempate e del loro essere fonte carnale di gioia erotica per i giovani adolescenti amici dei loro figli.

Ma del fenomeno corrispettivo, che pure si insinua nella mente malandrina delle femminucce, poco si accenna e certo non si nomina, lasciando che i fermenti ormonali della giovane età appaiano come la prerogativa esclusiva dell'insurrezione sessuale del maschio.

Una volta per tutte va detto: anche i 'filf' esistono e nella sordina di un imbarazzo tutto rosa, mietono molte più 'vittime' di quanto l'immaginario collettivo, assuefatto ad una sessualità bigotta, possa credere.

Requisiti orientativi ma precisi individuano la 'razza' di questi 'stalloni' ingiacchettati:

Età: 45/50 anni circa.
Aspetto fisico: capelli appena spruzzati da fili canuti o testa del tutto pelata, lucida come la boccia di un biliardo; aspetto curato; sorriso bianco da flash fotografico.
Luoghi di incontro: casa della compagna di scuola, con la quale si stringe un rapporto amicale di profondo affetto anche per l'incoscia volontà di vedere l'oggetto del turbamento emotivo quanto più spesso possibile. Ma anche casa del fidanzatino, dotato di cotanto genitore, con il quale si strige un rapporto di amorevole approccio sempre per quell'incoscia volontà di vedere frequentemente l'oggetto dello stesso turbamento. 

'Father I'd Like to Fuck' potrebbe essere, dunque, anche il pensiero che arrossisce le guance delle giovincelle che vanno a studiare dall'amichetta o a vedere un film del ragazzo 'incottato' e restano folgorate dalla carica elettrica sprigionata da quell'uomo brizzolato e rassicurante che risponde allo status di padre della suddetta/o.

Citare ogni sorta di motivazione psicologica per 'giustificare' le mani sudate e le vampate che irrompono improvvise nella ragazzina in subbuglio serve a ben poco, perché è inutile trovare scusanti meno carnali di quelle che coinvolgono il maschio: il corpo funziona allo stesso modo e i cromosomi diversi non fanno differenze quando l'eccitazione irrompe nel raptus adolescenziale e trasforma gli infanti in uomini e donne ugualmente eccitabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A 12 anni va in ospedale per il mal di pancia: scoprono che è incinta di sette mesi

  • Oroscopo Paolo Fox, le previsioni della settimana dal 20 al 26 gennaio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Enzo Iacchetti sul rapporto con Ezio Greggio: "Tra noi un tacito accordo di buona convivenza"

  • Sanremo 2020, la furia di Claudia Gerini contro Amadeus: "Comportamento inaccettabile"

  • Vive con il cadavere del fratello, morto da tre mesi, ai piedi del letto

Torna su
Today è in caricamento