Sesso, diabete e obesità nemici anche del piacere femminile

E' il risultato del 12° Convegno Nazionale sul tema: le donne con questo tipo di problematiche hanno una vita sessuale insoddisfacente

Sono due delle malattie più attuali, figlie del benessere e della sovrabbondanza di cibo: obesità e diabete, sempre più diffuse nel mondo di oggi, non sono mettono a rischio la salute di un individuo, ma anche la sua vita di coppia, in quanto vere e proprie nemiche del piacere sessuale.

Negli uomini la connessione tra disfuzione erettile e diabete è già stata confermata da tempo, ma nelle donne non è mai stata accuratamente verificata la correlazione tra difficoltà nei rapporti sessuali e la presenza della malattia. Lo stesso vale per il sovrappeso.

Che la colpa sia proprio di noi donne, che abbiamo ancora difficoltà a svelare eventuali "difficoltà" sotto le lenzuola? Possibile. Sta di fatto, però, che fino a dieci anni fa problematiche legate al piacere femminile erano ricondotte solo a fluttuazioni umorali e all'età più o meno avanzata della donna.

Stando a quanto spiegato nel corso del 12° Convegno Nazionale circa Diabete e Obesità, tenutosi di recente a Milano, le donne afflitte da queste problematiche sono invece addirittura  due volte più soggette al rischio di problemi sessuali rispetto agli uomini.

Nel 2009 Antonio Pontiroli, docente dell'Ospedale San Paolo (Università degli Studi di Milano), ha dedicato a questa tematica uno studio, riscontrando disfunzioni sessuali nelle donne obese e diabetiche. Focalizzando maggiormente l'attenzione su quest'ultime, il medico è riuscito ad ottenere risultati più precisi circa la diminuzione del desiderio tipico di questi particolari soggetti.

Il team coordinato da Pontiroli ha rielaborato i risultati ottenuti a seguito di ventisei ricerche condotte su scala internazionale, su un campione di oltre tremila donne diabetiche e altrettante sane, confermando che le prime presentano il doppio delle possibilità di essere afflitte da disfunzioni sessuali.

Non esistono purtroppo terapie in grado di risolvere queste specifiche problematiche, ma almeno è stata messa in luce la loro esistenza.disturbo. Sicuramente un maggiore confronto tra medico e paziente, nonchè l'intervento di un ginecoloco esperto, possono dimostrarsi utile in questo senso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buoni fruttiferi postali, il "brutto pasticcio" sui rimborsi

  • Bollette luce e gas, buona notizia per metà degli italiani

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 13 febbraio 2020: centrato un 5+1 da mezzo milione

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 18 febbraio 2020

  • C'è posta per te, Maria De Filippi perde la pazienza: "Non ce la posso fa"

Torna su
Today è in caricamento