Chiavi, lacci, smartphone: ecco gli oggetti più sporchi di sempre

Fanno talmente parte della vita quotidiana, che spesso ci si dimentica di lavarli come qualsiasi altra cosa, sebbene siano un vero ricettacolo di germi e batteri con i quali si sta sempre in contatto

Igiene e pulizia sono ai primi posti tra i dettami che buon senso e civiltà impongono di mettere in pratica a chiunque abbia una certa cura verso se stessi ed è per questo che una quotidiana detersione del corpo e degli oggetti di uso quotidiano diventa la prassi volta ad allontanare, nel possibile, germi e batteri, invisibili ma pericolosi. 

Tuttavia, pur cercando di tenere la casa sempre pulita e in ordine e lavando appena possibile gli indumenti indossati, ci sono degli oggetti la cui pulizia spesso non è contemplata nella quotidianità e che, al contrario di quanto si possa pensare, potrebbero diventare, a sorpresa, delle 'dimore perfette' per i batteri. 

1- Cuscino. Secondo uno studio inglese, i vecchi cuscini possono essere un nido per batteri e se non sostituiti o lavati a lungo, possono portare chi ci dorme sopra a soffrire di asma a causa di acari, muffa e funghi che ristagnano. Come pulirlo: Tutto dipende dal tipo di cuscino. Quelli sintetici di solito possono essere lavati in lavatrice, seguendo le istruzioni contenute sull'etichetta. È sempre consigliato portarli ogni tanto in tintoria per essere sicuri di aver eliminato ogni batterio e di poter dormire sonni tranquilli.

2- Lacci delle scarpe. I ricercatori della University of Arizona hanno trovato nove differenti specie di batteri viventi sulle scarpe che si raccolgono per strada e si portano a casa e che possono causare infezioni allo stomaco e problemi agli occhi e ai polmoni. Come pulirli: È bene immergerli ogni tanto in un contenitore di acqua e sapone oppure infilarli in lavatrice.

3- Contenitore spazzolino. Secondo una ricerca della National Sanitation Foundation (NSF), il contenitore potrebbe essere una potenziale fonte di batteri, soprattutto Stafilococchi, quando non si pulisce a lungo: "È la cosa più sporca che abbiamo in bagno", spiegano i ricercatori. Come pulirlo: almeno due volte a settimana è consigliabile lavare il contenitore con acqua calda e sapone o infilarlo nella lavastoviglie.

4- Chiavi. Dalla serratura di casa al tavolo del salotto alla tasca del cappotto fino alla borsa, le chiavi viaggiano e con loro anche germi e batteri. Secondo una ricerca inglese, le chiavi sarebbero uno degli oggetti più sporchi con cui abbiamo a che fare ogni giorno e conterrebbero molti più batteri di quelli che potremmo trovare in una toilette pubblica. "Almeno cinque volte di più", dicono i ricercatori. Come pulirle: basta ricordarsi ogni tanto di passarci sopra una salviettina bagnata.

5- Smartphone. Moltissime ricerche, da quella dell'università di Stanford a quella dell'università dell'Arizona, hanno parlato dei germi che si depositano sul nostro dispositivo, dicendo che "la tavoletta del wc sarebbe addirittura più pulita", per cui avere l'accortezza, anche in questo caso, di pulirlo con un panno umidificato è una buona abitudine.

6. Borsa. Secondo un sondaggio portato avanti da una compagnia inglese di servizi pubblici igienico-sanitari, le borse e gli zaini che ci portiamo dietro sono più sporchi dei bagno del nostro ufficio. La parte più sporca in assoluto sarebbero i manici e la parte inferiore, quella che entra in contatto con il pavimento o le superfici. Come pulirla: Dipende, ovviamente, dal tipo di borsa. La pelle, ad esempio, richiede un particolare tipo di trattamento e difficilmente può essere bagnata. In generale, si possono usare salviette umide, ma se si hanno dubbi è meglio rivolgersi alla tintoria più vicina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiede il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere un albergo da 800mila euro

  • Medico muore durante il turno di notte: aveva 28 anni

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

  • Rompe il finestrino per rubare: nell'auto trova un vero tesoro

  • Tasse, chi rischia di pagare di più con la nuova Imu

Torna su
Today è in caricamento