La principessa Charlotte è miniera d'oro: "vale" 4 miliardi di euro

Secondo 'Brand Finance', il valore in termini di introiti finanziari della secondogenita di William e Kate d'Inghilterra supera di gran lunga quello del fratellino George: in soli 4 mesi di vita ha fatto guadagnare al regno 7,2 miliardi di dollari

Sarà anche la quarta nella linea di successione al trono britannico e forse anche l'eterna seconda all'ombra del fratellino George, ma la principessa Charlotte Elizabeth Diana, secondogenita di William e Kate d'Inghiliterra, è la vera miniera d'oro del Regno Unito nonostante abbia solo 4 mesi di vita e ancora non si sia resa conto di cosa e soprattutto di quanto rappresenti per il suo popolo.

Stando alla valutazione fatta dall'organizzazione di consulenza 'Brand Finance’, infatti, l'ultima arrivata della royal family inglese avrebbe portato nelle casse dello Stato circa 5 miliardi di dollari (4,4 miliardi di euro) grazie alle vendite di gadget, abiti e marchi da lei indossati, battendo il principino che si assesta 'solo' a 3,6 (circa 3,2 miliardi di euro). 

Per quanto le cifre siano ancora lontane da quelle registrate da mamma Kate Middleton che, sempre stando al report avrebbe fatto guadagnare al suo regno qualcosa come 7,2 miliardi di dollari (6,4 miliardi di euro), è comunque un gran bel risultato per le casse dello Stato che punta sulla nuova generazione di teste coronate per ottenere un certo effetto anche sul turismo (26,3 i miliardi di dollari - 21 miliardi di euro - è stata la cifra incassata proprio grazie alla monarchia e ai suoi eredi). 

Ma David Haigh, amministratore delegato di Brand Finance, assicura che come Charlotte, George e Kate non ce n’è: sono loro che hanno la maggior influenza sulle entrate dello Stato condizionando anche i gusti e l’opinione publica in fatto di stile e moda.

Ad impressionare maggiormente sul 'fenomeno Charlotte' è il fatto che i sudditi hanno potuto vedere la piccola principessa solo due volte, la prima poche ore dopo la sua nascita il 2 maggio scorso e la seconda in occasione del battesimo, celebrato il 5 luglio 2015 nella St. Mary Magdalene Church a Sandringham e che sono serviti a far diventare la coperta di GH Hurt & Son che indossava quando i suoi genitori l’hanno presentata al mondo un 'must have' per ogni neonato dai genitori amanti dello stile regale e la carrozzina d’epoca che ha portato Charlotte al suo battesimo un trampolino di lancio per gli affari di Prams With Pizazz, impresa che restaura passeggini che si è vista inondare di messaggi, email e telefonate dopo la cerimonia. 

Probabilmente a spingere la piccola principessa nell'empireo delle icone di stile potrebbe essere il riferimento al nome della compianta principessa Diana, mai dimenticata dagli inglesi, che vedono in Charlotte una piccola erede di Lady D e, più o meno indirettamente, ripongono in lei chssà quali aspettative. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di cittadinanza? No, grazie. La geniale trovata di Carlo per non lavorare

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • SuperEnalotto, estratto un 5+1 da mezzo milione di euro. I numeri vincenti di Lotto e 10eLotto

  • SuperEnalotto, estratto il 6 da 66 milioni di euro. I numeri vincenti e le combinazioni di Lotto e 10eLotto

  • Reddito di cittadinanza, sospensione temporanea: chi riguarda e come funziona

  • Eleonora Daniele, nozze con emozionante “intoppo”: la sorpresa del marito (con la complicità di Al Bano)

Torna su
Today è in caricamento