Sconti tutto l'anno? Online è già realtà con i saldi di metà stagione

I saldi invernali ed estivi sono sempre l'occasione giusta per concedersi un acquisto importante o non, peccato che siano limitati a date prefissate e severamente regolamentate. Per questo già da diversi anni il Codacons si batte per liberalizzarli e per dare la possibilità ai negozi di auto regolamentarsi e scegliere in prima persona quando offrire ribassi e sconti. A maggior ragione se online e negli e-commerce tutto ciò è possibile da diversi anni

Ne sono la prova i così detti “saldi di mezza stagione”, collaudati in Gran Bretagna e negli Stati Uniti ma in prepotente crescita in Italia. Questo tipo di sconti non sono identificati con il termine “saldi” e solitamente hanno inizio al termine di quelli invernali o estivi. Tuttavia sono molto vantaggiosi, questo perché gli sconti arrivano senza problemi al 60% e soprattutto riguardano la nuova collezione  in arrivo. Al contrario di quelli di stagione dove ci ritroviamo a comprare un maglione in inverno inoltrato o un costume da bagno il giorno prima di partire per il mare, i saldi di mezza stagione permettono di risparmiare sull'acquisto di capi presenti tra i nuovi arrivi. 

Come dicevamo, non sempre questi sconti vengono chiamati col loro nome, ma vengono celati dietro ai nomi più disparati: flash sales, sconti di primavera, fuoritutto, ribassi primaverili e così via. Una volta entrati in un qualsiasi store online, identificarli è facile, ma scoprire in anticipo quali negozi li applicano è già più difficile. In questo caso può darci una mano Piucodicisconto.com, che per l'appunto vi segnala tutti i saldi di mezza stagione nella sezione dedicata ai Saldi Online. La pagina viene costantemente aggiornata, quindi vi terrà informati anche sui saldi invernali e sui saldi estivi. Senza contare che il portale offre anche una vasta selezione di codici sconto e coupon per risparmiare in qualsiasi vostro acquisto online, che sia periodo di saldi o meno.

Insomma, i saldi nei negozi sono in crisi? Parrebbe di si. Come testimoniano i recenti dati ISTAT, gli ultimi saldi invernali non hanno registrato il boom di vendite che ci si aspettava e che soprattutto i commercianti speravano. Mentre online, come riportato dall'articolo apparso su corrierecomunicazioni.it, per il terzo anno consecutivo il commercio elettronico ha registrato un aumento del 20%, fattore che ha permesso ai saldi invernali 2016 di aumentare del 0,2% rispetto allo stesso periodo del 2015. I motivi sono ovvi: maggiore scelta, prezzi inferiori tutto l'anno e spedizioni veloci, rendono l'acquisto online ogni giorno più vantaggioso. 


 

Potrebbe interessarti