Mamma stressata in gravidanza? E’ più probabile che nasca una femmina

Il risultato di una ricerca della Columbia University che ha monitorato un gruppo di donne incinte tra i 18 e i 45 anni

La forma della pancia, la voglia di cibi particolari, le nausee più o meno forti: le credenze popolari che svelerebbero prima del tempo il sesso del nascituro sono tante e diverse, tramandate da una tradizione orale mai supportata da fondamenti scientifici. Tuttavia, nel caso di una recente ricerca, è proprio la scienza che avalla lo stress della futura mamma come indice dell’arrivo di un maschietto o di una femminuccia.

Secondo la ricerca realizzata dalla Columbia University (Usa) e pubblicata su 'Proceedings of the National Academy of Sciences' (Pnas), se la donna è fisicamente stressata in gravidanza, è più probabile l'arrivo di una femmina, fenomeno che si spiegherebbe con il fatto che gli embrioni maschi sono più sensibili allo stress ambientali, mentre gli embrioni femmina sarebbero più resistenti.

Donne stressate in gravidanza: perché è probabile che nasca una femmina

Il risultato è emerso dallo studio su un piccolo gruppo di 187 donne incinte, tra i 18 ai 45 anni. Il 17% soffriva di stress psicologico (ansia e depressione in particolare) e il 16% di stress fisico, con ipertensione o apporto calorico giornaliero molto elevato. La maggioranza, il 67%, si sentiva rilassato. Tutte le donne sono state visitate durante i 9 mesi, hanno riempito un questionario con 27 indicatori e sono state intervistate nuovamente dopo il parto. Si è osservato, allora, che le donne con stress fisico hanno avuto 4 maschi per 9 femmine nate, ma anche le donne con stress psicologico hanno partorito 2 maschi ogni 3 femmine, un numero assai alto rispetto alla media nazionale.

"L'utero materno è il primo ambiente 'condizionante'. Ha la stessa importanza di quello in cui il figlio sarà allevato in futuro", ha spiegato Catherine Monk, coordinatrice della ricerca che ha ricordato come questo fenomeno sia stato osservato anche dagli esperti di demografia e ha riferito un dato significativo: "E' stato evidenziato che nelle catastrofi storiche, come gli attentati terroristici dell'11 settembre, il numero di nati maschi è diminuito".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In arrivo 55mila lettere dall'Agenzia delle Entrate

  • Jacqueline, figlia di Heather Parisi: "Perché non chiedete dove sono le altre due figlie?"

  • Bonus tv e decoder, ora è ufficiale: chi deve cambiare il televisore

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

  • Rompe il finestrino per rubare: nell'auto trova un vero tesoro

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 19 novembre 2019

Torna su
Today è in caricamento