Dopo i “pre-diciottesimi”, scoppia la moda dei “pre-battesimi”

Nata come moda per i matrimoni, l'abitudine di realizzare video e book fotografici dilaga anche tra i neo-genitori che mettono in mostra i propri figli su Internet e nei manifesti cittadini. Il racconto di un fotografo a CataniaToday

Che siano diciottenni, appena cresimati o - nei casi più recenti - in attesa di essere battezzati, il minimo comune denominatore che spinge i genitori a realizzare video, cartelloni e book fotografici pubblici per i propri figli è sempre lo stesso: la voglia di esternare alla città la felicità per il traguardo raggiunto.

A spiegarlo bene a Mattia S. Gangi di CataniaToday è Giacinto Chisari, giovane fotografo e videomaker di San Cristoforo che, in questi ultimi anni, ha fatto dei pre-compleanni e dei pre-battesimi il proprio core business, l'elemento centrale della propria attività professionale. "Ogni cliente è diverso - racconta - c'è chi è più timido, o chi è più attento alla privacy dei bambini, tuttavia quello che li spinge a rivolgersi a noi è sempre la voglia di fare vedere a tutti che il proprio figlio è unico".

Una "necessità" che a Catania è diventata una vera e propria moda che si impone oggi all'interno di un mercato, quello dei fotografi e dei videomaker, ben più remunerativo dei "classici" matrimoni grazie all'elemento ludico di questo tipo di prodotti e, soprattutto, alla disponibilità dei genitori a mettere mano al proprio portafogli.

Quello dei pre-compleanni è infatti diventato un capitolo di bilancio all'interno dell'economia di molte famiglie catanesi per il quale, al pari del vestiario o della salute, non si bada a spese. "Non saprei quantificare il numero delle persone che si rivolgono a me ogni giorno - racconta Chisari - ma posso assicurare che sono parecchi. Le loro richieste sono diverse e, a queste, aggiungo anche la mia creatività".

I temi classici ed i costi

Come spiega il fotografo, il business ha ormai degli stilemi ben precisi, delle ambientazioni "classiche" e un prezziario che si differenzia in base alle richieste dei genitori. "Io cerco sempre di personalizzare i miei video - aggiunge - cercando di capire quali sono i gusti dei miei clienti ma esistono dei grandi classici come la scena della Nutella". "Sostanzialmente si veste il bimbo da cuoco e lo si fa 'impastizzare' con la Nutella abbinando una canzone".

Per quanto riguarda i costi, invece, si parte "dai 500-600 euro ma poi chiaramente dipende se il cliente vuole un album più grande, con più pagine, o se vogliono fare diverse 'uscite'". In gergo, le 'uscite', sarebbero i momenti in cui si portano bimbo e genitori all'esterno e si ricrea un'ambientazione particolare. "Ci sono diversi temi - illustra Chisari - quello che va molto, per esempio, è il vestiario della Sicilia degli anni Sessanta, quello classico in cui l'uomo ha la coppola e la donna i vestiti lunghi". "In alternativa - aggiunge - li porto al mare o in qualche villa antica particolare". 

I cartelloni pubblicitari

Ai video e ai book si aggiunge poi il capitolo dei cartelloni pubblicitari, come quello che - attualmente - campeggia enorme all'ingresso del centro commerciale Porte di Catania, che ritrae la piccola Masha, oggi ad un passo dal 'traguardo' del suo compleanno.

"Per lei abbiamo fatto una cosa che non aveva nessuno - spiega Chisari - Nel video, sfruttando il fatto del nome, ho fatto vestire il papà da orsetto e la bimba come Masha del famoso cartone animato". "Per il cartellone invece - aggiunge - che costa mediamente dai 200 ai 250 euro ci si rivolge alle agenzie pubblicitarie, a cui io mando soltanto il file, e si concorda un ulteriore prezzo per l'acquisto dello spazio nel cartellone". 

I videoclip per i cantanti neomelodici

Oltre ai bambini, l'attività di un videomaker di quartiere come Giacinto, 27enne autodidatta, si basa anche sui diversi cantanti neomelodici della scena catanese che chiedono la realizzazione di un videoclip per i propri brani. "Compleanni e battesimi sono l'attività che mi da più lavoro - spiega - Ma ho realizzato anche i video per Ivano Bonaccorso, noto soltanto come Ivano, e per Giuseppe Riva".

"Questo dei video e dei book è un mercato in crescita che, una volta imparate le tecniche di ripresa e di montaggio, da la possibilità a tanti di potersi affermare. Certo - conclude infine - la differenza poi la fa la qualità del prodotto che offri al cliente". Dalla soddisfazione dei genitori o dei cantanti, come in qualsiasi libera professione, parte infatti il passa parola che consente ad un fotografo di affermarsi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiede il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere un albergo da 800mila euro

  • In arrivo 55mila lettere dall'Agenzia delle Entrate

  • Medico muore durante il turno di notte: aveva 28 anni

  • Jacqueline, figlia di Heather Parisi: "Perché non chiedete dove sono le altre due figlie?"

  • Bonus tv e decoder, ora è ufficiale: chi deve cambiare il televisore

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

Torna su
Today è in caricamento