Molestie, Sandra Milo shock: "Tutte le donne violentate almeno una volta"

L'attrice commenta lo scandalo Weinstein e confessa retroscena privatissimi del suo passato

Sandra Milo

Sandra Milo, la celebre attrice, musa di Fellini e tra i protagonisti del cinema italiano degli ultimi decenni, ha commentato lo scandalo Weinstein ai microfoni di Rai Radio 1, ospite della trasmissione Un Giorno da Pecora, rivelando la sua esperienza personale.

"Weinstein mi fa un po' pena, poveretto, ora è così vilipeso da tutti - ha detto senza mezzi termini l'attrice - Le donne mi piacciono perché hanno coraggio, ma quelle che hanno denunciato, dopo tanti anni, non è che mi proprio mi rallegrino".

In realtà – le fanno presente i conduttori Giorgio Lauro e Geppi Cucciari – sembra che le donne avessero parlato anche allora ma singolarmente, mentre ora, unite, hanno avuto più visibilità. "Questo mi sembra molto strano, avrebbe fatto scandalo allora come oggi. Noi donne, tutte più o meno, siamo state tutte violentate almeno una volta". Non esageriamo. "Ma sì, prima o poi è successo a tutte ed è sempre successo". Si riferisce anche a violenze psicologiche? "No, no, penso alla violenza sessuale, quando tu vorresti dire di no e non puoi perché non hai la forza per farlo". 

Nella sua lunghissima carriera cinematografica le è mai successo di venire importunata? "Certo - ha confessato la Milo - come a tutte le donne, sia nel mondo del cinema che fuori". E come ha reagito? "Come ho potuto, in ogni modo: con i morsi, coi calci, in tutti i modi. Ma qualche volta non mi è andata bene. Non ho mai denunciato però, avrei dovuto farlo allora, ma non l'ho fatto per paura, per paura che la gente pensasse non fosse vero, paura di non lavorare più". Lei ha ceduto ad un ricatto o è stato vittima di violenza? "Sono stato vittima di violenza, come tutte. Ma non tutte lo hanno confessato, almeno pubblicamente". 

Oggi farebbe i nomi di quelle persone che si sono comportate in quel modo? "Non ci penso proprio. Se non ho avuto il coraggio di farlo allora tantomeno lo farò oggi". Lei si sente più dalla parte delle donne molestate o di Weinstein? "Lui adesso lo sento vittima, perché improvvisamente si scatena mezzo mondo e dice che è uno stupratore. Gli uomini hanno sempre avuto il vizio di molestare le donne". E' stato anche espulso dalla giuria degli Oscar... "Ora diventano tutti puritani, ma nell'Academy chissà quanti molestatori ci stanno, non è questo il fatto". E' positivo che oggi le donne parlino e denuncino? "Si, fanno bene, ma dovevamo farlo prima, tutte. Ora è troppo facile, oggi la comprensione pubblica è dalla parte delle donne". Lo pensa anche nel caso di Asia Argento? "Lei ha fatto quello che si sentiva e ha fatto bene. Io, se me lo chiedete - ha concluso Sandra Milo - non avrei fatto quello che ha fatto lei".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buoni fruttiferi postali, il "brutto pasticcio" sui rimborsi

  • Bollette luce e gas, buona notizia per metà degli italiani

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 13 febbraio 2020: centrato un 5+1 da mezzo milione

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 18 febbraio 2020

  • C'è posta per te, Maria De Filippi perde la pazienza: "Non ce la posso fa"

Torna su
Today è in caricamento