Sesso, aumentano le richieste di "ritocco intimo"

Sempre più donne si rivolgono agli esperti per richiedere un intervento alle parti intime: il parere del chirurgo plastico Daniele Spirito

Fine dei tabù: senza alcuna vergogna né timore di giudizio, le donne che trovano un po’ imperfette o invecchiate le proprie parti intime e avvertano fastidi e disagi, si rivolgono sempre più spesso agli esperti per sottoporsi a un ‘ritocco’.

"Come il resto del corpo, i genitali femminili esterni vanno incontro a un processo di invecchiamento”, spiega ad Adnkronos Daniele Spirito, chirurgo plastico di Roma e docente presso la cattedra di Chirurgia plastica dell'Università degli Studi di Milano: “Le grandi labbra perdono tessuto adiposo e quindi volume, mentre le piccole labbra possono subire un allungamento verso il basso diventando più sporgenti. Il passare del tempo può infatti causare perdita di tonicità, problemi che possono interessare anche donne più giovani dopo eventi naturali come la gravidanza o il parto".

Ritocco delle parti intime: come funziona l’intervento

"In questi casi la ninfomeiosi, letteralmente divisione (meiosi) delle ninfee, ovvero delle piccole labbra, è la tecnica chirurgica di ringiovanimento dei genitali esterni più praticata", argomenta l’esperto. Ma come funziona l'intervento? "Consiste nella riduzione delle piccole labbra attraverso la rimozione della parte in eccesso e contestualmente, a seconda dell'esigenza della singola paziente, nell'ingrandimento delle grandi labbra mediante l'infiltrazione di grasso autologo”, risponde il chirurgo, assicurando che in questo modo “si ripristina una giusta proporzione, dando un conforto estetico ed eliminando fastidi e disagi. L'intervento viene eseguito in anestesia locale con sedazione, in regime di Day hospital”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“I risultati sono soddisfacenti e anche il recupero è molto veloce senza particolari complicazioni. E' necessario però - aggiunge Spirito - un periodo di riposo e astenersi dalle attività sportive per 15 giorni e da quella sessuale per circa un mese dall'intervento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Heather Parisi: "La seconda quarantena a Hong Kong? Ecco come stanno davvero le cose"

  • La testimonianza di Heather Parisi dalla Cina: "Oggi possiamo uscire, ma vietati tavoli al bar"

  • Coronavirus, l'appello disperato di Linda da Londra: "Ci lasciano morire soli a casa come animali"

  • Amedeo Minghi ricoverato: "Avervi accanto è importante" (VIDEO)

  • Coronavirus, anziani restano senza acqua: la figlia chiama il 112 dalla Germania

  • Fabio Cannavaro dalla Cina: "Oggi è finita la quarantena, ecco la mia testimonianza"

Torna su
Today è in caricamento