Polemiche sulla nuova Barbie ispirata a Frida Kahlo: la famiglia attacca Mattel

Secondo i familiari dell'artista, l'azienda non sarebbe stata autorizzata a utilizzare il nome e l’immagine della pittrice. La multinazionale replica: "Abbiamo preso accordi con la Frida Kahlo Corporation, la società che gestisce i diritti di immagine"

Polemiche sulla nuova Barbie ispirata a Frida Kahlo:

La Mattel ha lanciato la sua nuova bambola Barbie. Ma l’annuncio, ieri, nella giornata della donna, di una nuova Barbie ispirata alla grande pittrice messicana Frida Kahlo ha suscitato polemiche.

In una dichiarazione – segnala la Bbc – la famiglia Kahlo ha insistito che l'azienda non era autorizzata a utilizzare il nome e l’immagine dell’artista, cosa smentita dalla Mattel che ribadisce di aver preso accordi con la Frida Kahlo Corporation, la società che gestisce i diritti di immagine dell’artista (e non è la prima volta che le iniziative commerciali della società irritano i familiari della Kahlo).

“La signora Mara Romeo, pronipote di Frida Kahlo, è l’unica proprietaria dell’immagine della pittrice ” ha detto un legale della discendente della pittrice. Dal canto suo la signora Romeo ha detto all’agenzia di stampa AFP che il problema non era limitato ai diritti di immagine. “Avrei voluto che Frida fosse più carina, non questa bambola dagli occhi chiari”, ha detto.

“Mattel ha collaborato con Frida Kahlo Corporation, il proprietario del marchio Frida Kahlo per la creazione di questa bambola”, ha a sua volta replicato un portavoce della Mattel.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni, c'è una buona notizia sull'età di vecchiaia

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 9 novembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • Nuovo maxi concorso: oltre 300 posti a tempo indeterminato, si cercano laureati e diplomati

  • Tasse sulla casa, arriva la nuova Imu (e scompare la Tasi): cosa cambia

  • Dal bonus in busta paga ai buoni pasto: cosa cambia nel 2020 per i lavoratori dipendenti

Torna su
Today è in caricamento