Emily Ratajkowski nuda contro la legge anti-aborto: “Nostro corpo, nostra scelta”

La modella ha protestato contro il divieto assoluto di abortire stabilito in Alabama con un'immagine postata sui social

Emily Ratajkowski

Con una foto che la ritrae nuda, con le mani che coprono il seno e un fiore sulle parti intime, Emily Ratajkowski ha detto no alla la legge dell’Alabama che vieta l’aborto in ogni situazione, anche in caso di incesto o stupro, con l’unica eccezione della salvaguardia della salute della madre.

“Questa settimana 25 vecchi bianchi hanno votato per vietare l’aborto in Alabama anche in caso di incesto e stupro. Questi uomini al potere stanno imponendo la loro volontà sui corpi delle donne per sostenere il patriarcato e per perpetuare il complesso carcerario industriale, togliendo alle donne di bassa estrazione economica il diritto di scegliere di non riprodursi”, si legge nel lungo post scritto dalla modella 27enne.

“Gli Stati che cercano di vietare l’aborto sono gli Stati che hanno le più alte percentuali di donne nere tra la popolazione. È una questione di classe e di razza ed è un attacco diretto ai diritti fondamentali che le donne degli Stati Uniti meritano di avere e che sono protetti dalla Roe vs Wade. I nostri corpi, la nostra scelta”, la conclusione della riflessione.

Alyssa Milano lancia lo sciopero del sesso contro la legge sullʼaborto 

Cosa dice la legge che vieta l’aborto in Alabama

L’Alabama, profondo sud degli Stati Uniti tradizionalmente repubblicano, ha deciso di abolire quasi totalmente l'aborto. Un emendamento alla nuova legge dello stato sulle interruzioni di gravidanza, che avrebbe consentito di praticare l'aborto nei casi di incesto e stupro, è stato respinto dal Senato statale a maggioranza repubblicana con 25 voti contro 6.

Il voto, se la nuova legge - come pare inevitabile a questo punto, manca solo la firma della governatrice- verrà approvata definitivamente, farà dell'Alabama uno degli stati più rigidi in materia di interruzioni di gravidanza, che saranno consentite solo nei casi di un grave rischio per la salute della donna.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In arrivo una lettera dell'agenzia delle entrate per 700mila italiani

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Salvini-Renzi, "polveri bagnate" e poche sorprese nel confronto tv: chi ha vinto

  • Sciopero dei benzinai: per due giorni "senza" stazioni di servizio

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 17 ottobre 2019: i numeri vincenti

Torna su
Today è in caricamento