Ginnastica con passeggino: cos’è e come funziona lo sport ideale per le neomamme

Qualche consiglio per coloro che vogliano condividere qualche minuto di attività fisica con i loro figli comodamente seduti sul passeggino

Bando alle scuse: praticare sport con i figli al seguito è possibile se un po’ di buona volontà, spirito di determinazione e desiderio di rimettersi in forma prevalgono sulla pigrizia. Se la possibilità resta un’idea non contemplata dalle mamme e –  perché no? – anche dai papà poco avvezzi all’attività fisica già prima di diventare genitori, coloro che sono curiosi cimentarsi  senza organizzare tempi e modalità con baby sitter non hanno che da informarsi sulla tendenza sempre più in voga in questo momento.

Lo scorso anno le immagini dell’americana Cynthia Arnold, 34 anni, che taglia il traguardo di una mezza maratona con un tempo da professionista spingendo il passeggino con i suoi 3 figli di 6 anni, 3 anni e 11 mesi, sono state emblematiche della certezza che non rinunciare alle proprie abitudini solo perché arrivano dei figli, si può eccome: “Questo tipo di stile di vita non dovrebbe essere sacrificato se hai bambini, ed è importate che fin da piccolissimi si rendano conto che è divertente, normale e sano”, ha commentato la mamma runner. Ora, assodato che non tutti saranno in grado né vorranno ottenere quel tipo di perfomance, l’esempio diventa uno spunto per pensare di iniziare a praticare sport portando a spasso il proprio pargolo nel passeggino seguendo alcuni consigli semplici e per nulla dispendiosi.

Ginnastica con passeggino, come funziona

Innanzitutto, consigliano gli esperti, è bene che il bambino non abbia meno di 6 mesi, così da evitare movimenti scomposti della testa e stimolare la sua curiosità in una fase in cui inizia a osservare il mondo esterno con attenzione. Il passeggino deve essere a tre ruote e capace di adattarsi anche a condizioni di terreno variabili. L’occorrente per dedicarsi a questa attività è limitato a un paio di scarpe da ginnastica, abbigliamento comodo, tanta acqua per idratarsi. 

Dopo una camminata rapida utile per riscaldarsi, si procede con gli esercizi: per esempio, gli affondi per i glutei (tenendo il passeggino con entrambe le mani, ci si abbassa portando il piede destro all’indietro e avvicinando il ginocchio destro a terra. Spingere leggermente il passeggino in avanti, riportarlo indietro e procedere con l’altra gamba eseguendo 12-15 ripetizioni) o gli squat (durante l’esercizio, bisogna stringere il pavimento pelvico. Poi rilasciare di nuovo la muscolatura prima di tornare in posizione eretta, in questo modo si aiuta a rafforzare la schiena, il bacino, i glutei e le cosce). Il risultato non potrà che essere positivo per la forma fisica delle mamme, ma anche  per il benessere del bambino. 

(Di seguito un video che mostra un esempio dei tanti esercizi che possono essere svolti con il proprio bambino)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il concorso “per tutti” (o quasi): 616 posti a tempo indeterminato, basta la licenza media

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Sciopero dei benzinai: per due giorni "senza" stazioni di servizio

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 10 ottobre 2019: i numeri vincenti

Torna su
Today è in caricamento