Inps, 5.400 assunzioni entro due anni: a Novembre il bando di concorso

Il presidente dell'Inps Pasquale Tridico: "Si tratta della più grande operazione di assunzione nel pubblico impiego degli ultimi 30 anni"

Il presidente dell'Inps Pasquale Tridico e il vicepremier Luigi Di Maio in una foto di archivio ansa

Tra il 2019 e il 2020 l'Inps assumerà 5.400 nuovi dipendenti: 3.507 di questi concludono oggi le giornate formative ed entreranno formalmente in corpo al personale dell'Istituto di previdenza. Ma altri 1.869 verranno assunti nel 2020 in sostituzione dei dipendenti che hanno fatto domanda e andranno in pensione con quota 100.

"Avremmo un tasso di sostituzione del 100% - spiega il presidente dell'Inps, Pasquale Tridico - Credo che sia l'evento più grosso di assunzioni mai avvenuto nella Pa".

Entro il biennio 2019-2020, quindi, l'istituto farà in totale circa 5.400 assunzioni come spiegato in occasione della presentazione della relazione programmatica del consiglio di indirizzo e vigilanza dell'Inps.

Assunzioni Inps: le informazioni

A partire dal prossimo novembre l'Inps bandirà un concorso per 2.000 nuovi dipendenti. Ad annunciarlo è il vicepremier Luigi Di Maio, intervenendo alle giornate di formazione dei 3.507 neo assunti consulenti per la protezione sociale dell'istituto. "A novembre partirà il nuovo concorso per 2.000 nuovi giovani che saranno assunti per rimpiazzare chi va in pensione con quota 100" ha detto Di Maio a margine dell'evento. I 2 mila nuovi dipendenti che devono ancora fare il concorso si andranno ad aggiungere ai 3.507 nuovi assunti superando così complessivamente il numero di 5.500.

Come ha affermato il presidente dell'Inps, si tratta della più grande operazione di assunzione nel pubblico impiego degli ultimi 30 anni e consentirà un ricambio generazione di cui l'Istituto aveva veramente bisogno. L'Inps infatti è alle prese con gli adempimenti per far partire il reddito di cittadinanza, pensione di cittadinanza e quota 100. 

Benché, come abbiamo visto già ieri, meno italiani del previsto hanno scelto di chiedere il nuovo sussidio statale e ancor meno di usufruire dello scivolo pensionistico di Quota 100, si tratta comunque di una mole di lavoro considerevole considerando che:

  • secondo i dati diffusi all'Inps al 20 giugno 2019 le domande per il reddito di cittadinanza e per la pensione di cittadinanza sono pari a 1.344.923, di cui accolte 839.794;
  • secondo le previsioni del presidente Inps le domande per quota 100 arriverremo intorno alle 200mila unità, circa 100mila in meno delle previsioni. 

Intesa raggiunta tra Anpal e Regioni per l'assunzione dei navigator

Ricordiamo che Il 1° luglio hanno firmato i contratti di lavoro i primi 3.009 consulenti della protezione sociale, selezionati in base al concorso pubblico, per titoli ed esami, nei ruoli del personale dell’INPS area C - posizione economica C1, che ha visto circa 66mila domande di partecipazione. L'Inps inoltre comunica come, utilizzando le facoltà assunzionali ordinarie calcolate sui risparmi derivanti dalle cessazioni 2017 e 2018, potrà procedere entro il 2019 all'immissione in ruolo a tempo indeterminato dei rimanenti 498 candidati idonei che nel frattempo saranno assunti a tempo determinato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Loredana Bertè: "Abbiamo nascosto in soffitta Mimì per un anno"

  • Bollo auto, due novità importanti in arrivo dal 1° gennaio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: i numeri di sabato 7 dicembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: estratto il 5+1 da mezzo milione. I numeri di martedì 3 dicembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 5 dicembre 2019

  • Reddito di cittadinanza a tutta la famiglia col trucco dell'indirizzo: li hanno scoperti

Torna su
Today è in caricamento