Banche fallite, nel decreto del governo saltano i rimborsi

Il Consiglio dei ministri ha stralciato le norme sui criteri per i rimborsi dei quattro istituti bancari falliti a novembre: tutto sarà incluso in un nuovo decreto del ministero dell'Economia. Il governo ha varato la riforma delle banche di credito cooperativo e l'accelerazione del recupero dei crediti

Manifestazione contro le banche

Saltano i rimborsi per le banche fallite. Nel maxi-decreto legge sulle banche all’esame del Consiglio dei ministri, infatti, sono state stralciate le norme sui criteri per i rimborsi dei quattro istituti bancari falliti a novembre (Banca Etruria, Banca Marche, Cassa di risparmio di Chieti e Cassa di risparmio di Ferrara). I rimborsi andranno in un altro provvedimento, un decreto del ministero dell’Economia, che poi dovrà essere validato dal Consiglio di Stato. 

"Da domani - ha detto Renzi al termine del vertice - il sistema bancario sarà più solido dopo le scelte di questa sera". L’obiettivo, spiegano al ministero, è quello di velocizzarne il cammino, dal momento che per ragioni di tecnica parlamentare un provvedimento del Ministro prevede un passaggio in meno. Il decreto legge conterrà quindi tre blocchi: la riforma delle banche di credito cooperativo, la garanzia statale sulle sofferenze bancarie e l’accelerazione del recupero dei crediti.

La riforma delle Bcc, spiega Valentina Conte su la Repubblica, “potrebbe ricalcare lo schema di autoriforma proposto dalle stesse banche cooperative: una holding capogruppo, con un capitale da almeno un miliardo, a cui le banche dovranno aderire attraverso un patto di coesione. Anche se da alcune indiscrezioni interne a palazzo Chigi potrebbe cambiare l’impostazione: il governo starebbe ipotizzando anche la creazione di più di un gruppo cooperativo. Non più quindi una holding unica ma un testo che consenta la formazione di diversi gruppi su base territoriale”. 
 

Guarda anche

Vertice europeo senza l'Italia, l'ira di Renzi: "Se qualcuno pensa d'intimorirci sbaglia"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Matteo Renzi risponde piccato al mancato invito al vertice a Berlino tra Juncker, Merkel e Hollande: "È finita l'era degli egoismi in Europa, le regole le devono rispettare tutti"

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Lascia il calcio per donare un rene alla moglie: "Il suo sorriso vale tutto"

    • Cronaca

      Cassazione, sì al riconoscimento per il bimbo nato da due mamme

    • Politica

      Raggi sceglie l'ex pro Pd Mazzillo al Bilancio, alle Partecipate arriva Colomban

    • Politica

      Referendum, "sì" in leggero vantaggio nei primi sondaggi: la partita è apertissima

    I più letti della settimana

    • Riforma delle pensioni, Ape e Ape social: "I soldi non bastano"

    • Pensioni, quattordicesima estesa a tre milioni di italiani: intesa tra Governo e sindacati

    • Bonus da mille a cinquemila euro per "ricollocare" i disoccupati

    • Conti correnti "pignorati": il Salva-Banche è a carico dei clienti

    • La promessa di Renzi: "Raddoppio della quattordicesima per le pensioni minime"

    • Benzina e gasolio, giù prezzi e consumi: ora il Fisco ha un problema

    Torna su
    Today è in caricamento