Benzina e diesel, occhio ai prezzi alla pompa: i trucchi per risparmiare (anche 50 euro al mese)

Secondo un'inchiesta di Altroconsumo scegliere il distributore giusto può portare a risparmi insospettabili: ecco come pagare di meno

Foto di repertorio

Perché il prezzo di benzina e diesel sulla nostra rete carburanti è tra i più alti d’Europa? Una recente inchiesta di Altroconsumo sfata il mito che tutto ciò dipenda solo dalle accise (che comunque pesano molto). Secondo l’associazione dei consumatori, uno dei fattori che incidono è certamente l’inefficienza della rete distributiva.

Il numero di distributori presenti nel nostro Paese è infatti doppio rispetto a quello di Francia e Germania. Inoltre ogni stazione di servizio vende solo un terzo del carburante rispetto a quelle degli altri Paesi. Insomma, in Italia i distributori sono di più e hanno meno clienti: per questo sono costretti ad alzare i prezzi. Secondo Altroconsumo inoltre le nostre stazioni di servizio diversificano poco l’offerta e "questo spiega perché alle pompe della grande distribuzione i prezzi siano più convenienti". 

Benzina e diesel, ecco come pagare di meno

Ciò detto, cosa si può fare per pagare di meno? Altroconsumo sostiene che scegliendo il distributore giusto si può risparmiare una cifra che arriva a 670 euro annui (55 euro al mese) se si possiede un'auto a gasolio (a Roma) e si fanno in media due pieni da 50 litri ogni trenta giorni. 

La variabilità del prezzo tra le varie stazioni di servizio può essere anche superiore al 30%. Qualche esempio: a Milano scegliendo il distributore meno caro della città, si risparmiano 422 euro all’anno (se si possiede un’auto a benzina) e 571 (con un’auto a gasolio).  Un risparmio calcolato considerando due pieni al mese, da 50 litri ciascuno. Certo, non sempre il distributore con i prezzi stracciati è nelle vicinanze, ma con qualche dritta si può comunque risparmiare un bel gruzzoletto. 

risparmi benzina diesel-2

Self-service vs servito

L'inchiesta rivela che scegliere il self-service invece del benzinaio ad esempio consente di ottenere risparmi compresi tra il 5 e il 10%. Questo però non significa che il prezzo self-service di un distributore non possa essere superiore al prezzo "servito" di un altro.   

Benzina e diesel, i distributori dei centri commerciali sono più convenienti

Secondo l'associazione dei consumatori i distributori dei centri commerciali offrono di solito i prezzi più convenienti, seguiti dalle insegne minori o low-cost. Le insegne di marca hanno invece prezzi generalmente più alti, anche se in alcune città come Cagliari e Trieste sono invece risultate meno care di quelle low cost. 

I prezzi di benzina e diesel sulle circonvallazioni sono invece mediamente più alti (il 13% in più) rispetto a quelli dei distributori cittadini meno cari. E anche in autostrada per fare il pieno si spende di più. Insomma, risparmiare è possibile. Nonostante le accise.

Benzina e diesel, nuovi ribassi: ecco le compagnie che tagliano i prezzi

Potrebbe interessarti

  • Falsi amici: 7 alimenti che pensi facciano dimagrire ma che invece fanno ingrassare

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: 5 buoni motivi per tacere

  • Come smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio alle sigarette

  • ‘Workaholism’, cos’è la dipendenza da lavoro e quali sono i sintomi per riconoscerla

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, estratto il "6" da 209 milioni di euro: i numeri vincenti di oggi 13 agosto 2019

  • Deva Cassel, figlia di Monica Bellucci, incanta i paparazzi in Grecia (FOTO)

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi sabato 10 agosto 2019: ecco i numeri vincenti

  • Pensioni, 80 euro e reddito di cittadinanza: cosa succede se cade il governo

  • Addio Nadia Toffa, in centinaia alla camera ardente

  • Laura Chiatti 'presenta' il figlio su Instagram: "La somiglianza è impressionante" (FOTO)

Torna su
Today è in caricamento