Bollo auto "basato sui consumi": la rivoluzione

Possibile rivoluzione nel 2019. La riforma del bollo auto proposta dal Ministro Costa: se diverrà legge, sarà una tassa diretta. Ecco cosa potrebbe cambiare

Rivoluzione in vista per il bollo auto: la tassa regionale di proprietà della vettura potrebbe cambiare nel 2019. Per ora si tratta solo di una proposta avanzata dal ministro dell'Ambiente Sergio Costa, una sorta di riforma del bollo che cambierebbe radicalmente l'impostazione della tassa. Vediamo cosa potrebbe cambiare, in attesa che il governo fornisca qualche dettaglio in più. Il suo ministero, ha detto Costa durante la firma di un accordo per il miglioramento della qualità dell'aria a Roma, promuoverà presso quello dei Trasporti "una proposta per l'aggiornamento delle tasse automobilistiche utilizzando il criterio del bonus malus", con incentivi e penalizzazioni. Un meccanismo simile alla Rc auto: hai il malus se fai incidenti (e aumenta la polizza); ottieni il bonus se non fai incidenti (e conseguentemente la tariffa scende).

Come cambia il bollo auto: la proposta

Allo stesso modo, hai il malus bollo auto se l'auto inquina tanto: paghi una tassa più pesante; mentre godi del bonus bollo auto se l'auto non inquina tanto: la tassa è meno forte. Un principio semplice pertanto, basato sul principio del "più inquini, più consumi, più paghi di bollo". E viceversa. Se il progetto del ministro andrà in porto, il bollo verrà parametrato sulle emissioni di anidride carbonica: verrà quindi basato sui consumi. 

La riforma del bollo auto proposta dal ministro Costa, se diverrà legge, sarà una tassa diretta: più emissioni di anidride carbonica, più alta la tariffa. Oppure indiretta: più carburante consumi, più caro il bollo auto. L'ipotesi più probabile è che si vada nella direzione indicata dal Parlamento europeo che ha auspicato un modello basato sul contributo della singola vettura all'inquinamento da CO2. Alcuni Paesi europei hanno già norme che vanno in questa direzione. Ma anche in questo caso c'è un'incertezza di fondo: è evidente che chi più "consuma" più inquina. Ma l'aumento o lo sconto del bollo, come detto, potrebbe essere calcolato in due modi diversi: da una parte c'è la possibilità di agganciarlo al valore di produzione di CO2 teorica che è stimato nel libretto di ciascuna macchina. Dall'altra, in modo più accurato, ci si potrebbe basare sul consumo di carburante. Quest'ultimo modello, se portato alle estreme conseguenze, consentirebbe a chi possiede un'auto ma non la usa di non pagare nulla, se il sistema fosse basato sui chilometri percorsi o sul carburante consumato. Il sistema indicato dal Parlamento europeo prevederebbe invece dei rilevatori della produzione di anidride carbonica installati a bordo di ciascun veicolo. Dal 2006 il bollo cambia a seconda della classificazione euro4, euro 5 o euro 6 del veicolo.

Bollo auto, che stangata!

Bollo auto, chi ha diritto all'esenzione e come fare domanda

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (26)

  • Che venga eliminato totalmente il bollo e si passi a metterlo sulla benzina sul diesel e in misura molto minore sul gas. Così chi fa mille chilometri all'anno non paga uno sproposito inquinando praticamente nulla e non intaccando minimamente il manto stradale. So che ci sono già una marea di balzelli sulla benzina ma se si sposta qualcosa li si premia le auto che consumano meno. Potrebbe rimanere una parte di bollo per le auto di lusso (o anche no), così se uno vuol tenersi tre auto, perché magari una è quella bella e l'altra quella da campagna, più quella della moglie, può farlo e se ne tenesse ferma una non continuerebbe a pagare senza usufruire di nulla

  • In Olanda hanno fatto una legge che prevede entro il 2025 il blocco della vendita di auto a petrolio. Qui noi incentiviamo. In un paese come l'italia che è supercorrotto e pochi rispettano le regole il sistema del misurare il carburante consumato non va. Tutti agirebbero per taroccare le auto. Per me va alzato ancora di più il bollo, se per te non è conveniente avere l'auto te la togli. e usi i mezzi pubblici. Le auto sono un mezzo di lusso, gli stranieri in italia che lavorano non ce l'hanno, vedo sull'autobus le medri dell'est che portano i figli a scuola, le italiane vanno in auto e rompono i coglioni parcheggiando in curva anche.

  • Il bollo va eliminato x tutti! Poi se proprio si voglia fare cassa fatelo pagare alle auto “vecchie” o che inquinano di più! Gol, metano e ibride NO!!!

    • Ci sono diversi anziani che prendono la macchina pochissimo e che, anche di conseguenza, non possono permettersi un’auto nuova e ne se la comprerebbero (non avrebbe senso). Perché farli pagarare alla stessa stregua di chi, magari, percorre, 15.000/20.000 km annui?!

  • Scendiamo nelle piazze.

  • In Francia hanno protestato per il rialzo dei prezzi sulla benzina.Tanti sono scesi in piazza. Noi italiani siamo solo buoni a guardare.

    • e aggiungo non siaml un popolo .... siamo un gregge di pecore!!

  • @#?*%$ ladroni

  • ma andate a rompere i coglioni dall'altra parte io non ho mai pagato bollo e non lo pagherò mai è una tangente dello stato ed io me ne fotto tanto me la potete solo suonare

  • intanto se aumentano il bollo sarà sempre più economico che cambiare macchina

  • così quello che ha i soldi per cambiare auto pagherà di meno di quello povero che non riesce a comprarne una nuova.

  • Nel Regno Unito l'equivalente della nostra imposta sulla proprietà del veicolo si basa sui consumi (ovviamente proporzionati alle emissioni); e, in maniera piuttosto lineare, è possibile incrementare la potenza del veicolo (elaborazione) senza incorrere in sanzioni purchè si adegui sia il bollo sia l'assicurazione, ai nuovi livelli di potenza (perdendo comunque, com'è ovvio, la garanzia del costruttore). In teoria è assolutamente ragionevole; in pratica è la maniera di veri@#?*%$re i consumi e le emissioni che è irrealistica, Sebbene il nuovo WLTP rimedi parzialmente al problema, fin quando la veri@#?*%$ delle emissioni sui singoli veicoli verrà fatta su l veicolo non effettivamente circolante (fermo, o su banco a rulli) i risultati saranno sempre inattendibili. Privilegiando certe categorie di veicoli, per i quali vengono forniti valori che non hanno alcun corrispettivo nell'utilizzo pratico (vedi, ad esempio, SUV).

  • ecco come faro' io: paghero' di piu il bollo, e continuero' a circolare con la mia vecchia auto, anche per non dargliela vinta a comprare un cesso di auto elettrica. poi, i soldi che mi hanno fatto cacciare in piu di bollo, trovero' la maniera di riprendermeli in qualche modo, prendendo esempio da loro, i politici, che sono un branco di ladroni. Basta fare come loro.

  • Il bollo è stato abolito dall’europa anni fa e ogni anno paghiamo una multa per non averlo ancora tolto ma ci guadagnano lo stesso pagando la multa quindi lo tengono.. i governi del fare... fare un c....o!!

  • Una tassa di proprietà infatti! Cioè ti fanno pagare una cosa che è tua e per cui magari hai speso fior di soldi! Sti ladroni. L’unico paese al mondo in cui esiste una tassa del genere

  • Ma aumentare semplicemente la benzina e poi togliere il bollo, non farebbe pagare di piu' chi usa l'auto eliminando pero' burocrazia inutile? Troppo semplice ....e poi toglierebbe poteri e soldi a carrozzoni tipo PRA,ACi,ecc.ecc....

    • La penso ugualmente. Un minimo rialzo porterebbe gli stessi introiti e chi percorre un certo numero di chilometri ne gioverebbe anche molto. Certo se fai 50k km annui pagherai di piu ma: inquini di più, consumi di più le strade e intasi di più la circolazione. Poi ovviamente se fai 50k km e prendi una vettura che fa i 8 km al litro....beh allora sei tu che vuoi pagare maggiormente

    • Si un’altro pó... tra un po’ si riempiranno bagliaii con lingotti e diamanti per acquistare pochi litri di benzina.

    • "Incorporare" l'imposta sulla proprietà nel prezzo del carburante è una proposta che ritorna ciclicamente. Il problema qui sta nel fatto che l'imposta sulla proprietà del veicolo è un'imposta regionale, mentre in teoria potresti far rifornimento ovunque. Pensa a chi, ad esempio, usa il veicolo per lavoro e si sposta in diverse regioni. Sempre in teoria, conoscendo il parco circolante, ogni Regione può ragionevolmente considerare gli introiti relativi alla tassa di proprietà nel bilancio preventivo, cosa che diverrebbe impossibile, o almeno terribilmente complicata, se l'imposta venisse a far parte del costo del carburante.

    • E' stata gia aumentata la benzina non ti basta?

  • vergogna!!! è una tassa da togliere!!!!

  • ladri!!! .... tra buche stradali e alberi che ti cadono addosso e se poi sarà vero che anche i residenti devono pagare sulle strisce blu ..... il bollo non dovremmo pagarlo per niente!!!

  • anziche' toglierlo dalle balle!

  • Se lo mettessero nel loro cervello il sensore del CO2 non sanno più come estorcere denaro alle persone meno abbienti , perchè chi è ricco se vuole può acquistare anche un'auto elettrica o ibrida mentre chi non può e costretto circolare lo stesso con delle vetture vecchie rimanendo così fregato perchè potrebbe non avere i dindi per sostituire l'auto vecchia e quindi è costretto a pagare di più il bollo e quindi dovra circolare con il triciclo ecc.

    • mi trovi d'accordo in più aggiungo che il bollo è una tassa di proprietà non più di circolazione .... cosa si inventeranno adesso, la tassa sulla proprietà perché non è stata costruita con le normative "ecologiche" richieste oggi per le nuove costruzioni??? ma fatela finita .... piuttosto incentivi statali per rottamare le auto inquinanti e chi può sicuramente si cambia l'auto!

      • Se guardiamo all'ambiente le auto non vanno rottamate finché le riparazioni non sono troppo invasive e/o frequenti. Sempre guardando all'ambiente meglio incentivi svincolati dalla rottamazione e magari imposte sui consumi di carburante piuttosto che sul possesso

Notizie di oggi

  • Politica

    Ecotassa, pensioni d'oro e reddito di cittadinanza: i punti di frizione tra Lega e M5s

  • Economia

    Manovra, si tratta con l'Ue: il vero problema è la quota 100

  • Cronaca

    Ucciso nel sonno a Palermo, arrestati la moglie e due figli: hanno confessato

  • Cronaca

    “Ciao Antonio, eri il migliore di noi”: Megalizzi nelle parole di amici e colleghi

I più letti della settimana

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di giovedì 13 dicembre 2018

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di lunedì 10 dicembre

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di martedì 11 dicembre 2018

  • Tassa sulle auto, beffa in arrivo: il paradosso della nuova legge

  • Sondaggi, Salvini sorride "solo a metà": c'è un'inattesa brutta notizia per lui e per Di Maio

  • Fabrizio Corona aggredito nel bosco della droga: "Pestato con le mani e con i bastoni"

Torna su
Today è in caricamento