Bonus bebè 2018: a chi spetta, quanto dura e a quanto ammonta. Tutti i chiarimenti

Il bonus bebè, ovvero l'assegno per i figli nati o adottati durante il 2018, è una misura importante, un aiuto concreto per molte famiglie: tutte le informazioni

Il sostegno alla genitorialità è un elemento importante della nuova Legge di Stabilità. Dall'INPS arrivano chiarimenti. Il bonus bebè, ovvero l'assegno per i figli nati o adottati durante il 2018, è una misura importante, un aiuto concreto per molte famiglie. Via alle domande.

Facciamo un passo indietro. La data di nascita del bimbo (o della sua adozione o affidamento preadottivo) determina la durata del cd. bonus. I bimbi nati entro il 31 dicembre 2017 avranno diritto ad un sostegno triennale mentre quelli nati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018 avranno diritto ad un sostegno della durata solo di 12 mesi

Bonus bebè 2018

Si tratta di un importo annuo pari a: 

- 960 euro (80 euro al mese per massimo 12 mesi) per i nuclei familiari con un ISEE inferiore ai 25000 euro
- 1.920 euro (160 euro al mese per massimo 12 mesi) per i nuclei familiari con un ISEE inferiore ai 7000 euro.

Rispetto al bonus bebè del triennio 2015-2017, introdotto dalla Legge n.190/2014, quello del 2018 ha quindi una durata annuale. La domanda può essere presentata dal genitore, anche affidatario, che sia in possesso dei seguenti requisiti: il valore ISEE rientrante nei limiti imposti dalla norma, la residenza in Italia, la convivenza con il minore, la cittadinanza italiana o comunitaria.

Attenzione: in caso di parto gemellare e/o adozione plurima (ossia avvenuta contestualmente), occorre presentare un’autonoma domanda per ogni figlio nato o adottato. Il bonus è cumulabile.

Quando termina il Bonus bebè 2018

L’erogazione dell’assegno a favore del richiedente termina al verificarsi di una delle seguenti situazioni:

- compimento di un anno di età, compimento di un anno dall’ingresso in famiglia del minore a seguito dell’adozione o dell’affidamento preadottivo;
- raggiungimento della maggiore età del figlio adottato;
- perdita, da parte del richiedente, di uno dei requisiti previsti dalla legge (ad esempio, in caso di trasferimento della residenza all’estero, perdita del requisito della cittadinanza, ISEE superiore a 25.000 euro, provvedimento negativo del giudice che determina il venir meno dell’affidamento preadottivo ai sensi dell’art. 25, comma 7 della legge n. 184/1983).
- revoca dell’adozione;
- decadenza dall’esercizio della responsabilità genitoriale;
- affidamento esclusivo del minore al genitore che non ha presentato la domanda;
- affidamento del minore a persona diversa dal richiedente 

L’INPS interrompe l’erogazione dell’assegno a partire dal mese successivo all’effettiva conoscenza di uno degli eventi che determinano la decadenza. La domanda di assegno deve essere presentata in via telematica, sulla base delle istruzioni ed entro i termini di cui alla circolare n. 93/2015, una sola volta per ciascun figlio nato o adottato o in affido preadottivo nel periodo tra il 1° gennaio 2018 e il 31 dicembre 2018.

Come richiedere il Bonus bebè 2018

Per poter richiedere l’assegno deve essere presentata una Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU). Nella DSU vanno inclusi anche i dati del figlio nato, adottato, o in affido preadottivo per il quale si richiede il beneficio. Pertanto, per la domanda di assegno non può essere utilizzata la DSU che, sebbene sia in corso di validità, sia stata presentata prima della nascita o dell’ingresso in famiglia del figlio nato, adottato o in affido preadottivo.

La domanda va presentata telematicamente all’INPS da uno dei genitori entro 90 giorni dalla nascita oppure dalla data di ingresso del minore nel nucleo familiare a seguito dell’adozione o dell’affidamento preadottivo. A tal fine, il richiedente può utilizzare le seguenti modalità:

  • WEB, sul sito INPS tramite PIN personale;
  • Contact Center Integrato  803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante);
  • Patronati, attraverso i servizi offerti dagli stessi.

Sul sito INPS tutte le informazioni utili sul Bonus bebè 2018 sono a disposizione dei cittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni, c'è una buona notizia sull'età di vecchiaia

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 9 novembre 2019

  • Tasse sulla casa, arriva la nuova Imu (e scompare la Tasi): cosa cambia

  • Dal bonus in busta paga ai buoni pasto: cosa cambia nel 2020 per i lavoratori dipendenti

  • Mamma scomparsa, vede il disegno della figlia a Chi l'ha visto e si fa viva con l'avvocato: "Sto bene"

  • Natalia Titova: "La malattia è peggiorata, costretta a lasciare 'Ballando con le stelle'"

Torna su
Today è in caricamento