Bonus casa 2019, importanti novità in arrivo

Le agevolazioni saranno prorogate per altri tre anni. E non è tutto: allo studio del governo anche l'introduzione dell'ecoprestito

Foto d'archivio

Con la prossima legge di bilancio i così detti "bonus casa" saranno non solo confermati, ma prorogati per altri tre anni. Ad annunciarlo, al Sole 24 Ore, il presidente della commissione industria del Senato, Gianni Girotto (M5S) : "I bonus casa - ha detto Girotto - storicamente vengono prorogati solo di anno in anno. Questo non dà una prospettiva certa a cittadini e imprese. Noi, invece, vogliamo dare un orizzonte temporale più ampio, che arrivi fino al 2021". 

La proroga dovrebbe riguardare sia l’ecobonus, che i bonus destinati all’acquisto di mobili e ai lavori di ristrutturazione. Una buona notizia per i tanti italiani che stanno pensando di ristrutturare casa approfittando delle cospicue detrazioni fiscali previste oggi dalla normativa. Il destino di questi bonus nelle ultime settimane sembrava infatti in forse vista la necessità del Tesoro di fare cassa. A quanto pare però la mannaia dei tagli non si abbatterà su queste importanti agevolazioni. 

Bonus casa, arriva l'ecoprestito?

E non è tutto. Il governo sta infatti vagliando la possibilità di introdurre un 'ecoprestito' per permettere anche a chi non ha la liquidità necessaria di accedere alle agevolazioni. "È una forma di prestito nella quale un soggetto pubblico, come Cdp, dà ai cittadini a tasso agevolato una parte delle risorse necessarie ad avviare le opere oltre alla proroga, con la prossima legge di bilancio potrebbe", ha detto Girotto. 

Chi intende ristrutturare casa potrà dunque chiedere un prestito ad un tasso più basso grazie alla garanzia dello Stato. E sfruttare così lo sconto previsto dalla normativa a cui senza l'eco prestito non sarebbe riuscito ad accedere. 

Bonus ristutturazione, come funziona e chi ne ha diritto

Ma in che cosa consistono i così detti bonus casa? Il bonus ristrutturazioni consente di detrarre il 50% dell’importo speso, fino ad un massimo di 96mila euro. Viene concesso ai proprietari delle abitazioni, ai nudi proprietari, ai titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie), ma anche a locatari o comodatari etc (qui tutte le informazioni).

Cos'è il bonus mobili ed elettrodomestici

Il bonus mobili consente invece una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione, sia su singole unità immobiliari residenziali sia su parti comuni, sempre residenziali  (quando si effettua un intervento sulle parti condominiali, i condòmini hanno diritto alla detrazione, ciascuno per la propria quota, solo per i beni acquistati e destinati ad arredare queste parti). 

Attenzione però: l'agegolazione può essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia approfittando del relativo bonus. 

bonus_mobili_2018-2lavori bonus mobili-2

Potrebbe interessarti

  • Uova, quante possiamo mangiarne (e occhio a come le cucinate)

  • Bere acqua e limone al mattino appena svegli fa bene?

  • Come scegliere salumi e affettati senza correre rischi per la salute

  • Via alla svendita anti-deficit: lo Stato mette in vendita i suoi tesori

I più letti della settimana

  • Tour de France 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Lotto e SuperEnalotto, estrazioni di oggi: i numeri vincenti di martedì 16 luglio 2019

  • Temptation Island 2019: puntate, anticipazioni e coppie

  • Lotto e SuperEnalotto, estrazioni di oggi: i numeri vincenti di giovedì 18 luglio 2019

  • Fine delle speranze: trovato morto Stefano Marinoni, il ragazzo scomparso dal 4 luglio

  • Esce a nuotare nel lago e scompare, dopo più di due giorni ricompare sano e salvo: dov'era stato

Torna su
Today è in caricamento