Bonus tv e decoder, a chi spetta e come ottenerlo

Da dicembre le famiglie con redditi bassi potranno richiedere un contributo per l'acquisto di una smart tv o un decoder: dalle tempistiche del “cambio” di segnale all'importo del bonus, ecco tutto quello che c'è da sapere

Foto di repertorio

Tv e decoder da rottamare? Si avvicina il momento della della transizione del sistema radiotelevisivo verso la nuova tecnologia DVB-T2, che costringerà molti italiani a cambiare i dispositivi “antiquati” che non supportano la nuova tecnologia. Ma niente paura, come confermato dopo il Tavolo TV 4.0 tenutosi al ministero dello Sviluppo economico, è previsto un bonus per chi acquisterà una nuova tv o un nuovo decoder per adeguarsi a questa “rivoluzione”. 

Lo switch è dettato da un nuovo standard di trasmissione televisiva, che includerà frequenze comprese tra i 694 e i 790 Mhz, in grado di assicurare connessioni veloci ed una maggiore qualità e definizione audio-video. Livelli superiori alle tecnologia DVB-T1. La rivoluzione sarà in due fasi: la prima, dal 1° settembre 2021 in Lombardia, Emilia Romagna, Friuli, Veneto, Trentino, Piemonte e Valle D’Aosta, dove avverrà un cambiamento più light e che coinvolge soltanto 10 milioni di tv, e la seconda che scatterà da luglio 2022 in tutta Italia, con i vecchi dispositivi che non riceveranno più il segnale. Ma l'incentivo non sarà per tutti: vediamo quindi nel dettaglio quale sarà l'importo, chi saranno i destinatari e cosa si dovrà fare per ottenerlo. 

Bonus tv e decoder, l'importo dell'incentivo

A meno di cambiamenti dell'ultima ora, il bonus per l'acquisto di smart tv e decoder compatibili con la tecnologia DVB-T2 sarà di 50 euro. Se per le televisioni i prezzi variano in base alla grandezza, alla risoluzione e alla marca, il decoder DVB-T2 dovrebbe avere un prezzo standard che si aggira intorno ai 35 euro.

L'erogazione dei contributi per l'acquisto dei decoder e Smart TV partirà dal mese prossimo in seguito alla pubblicazione del decreto Mise Mef, previsto in Gazzetta Ufficiale. In merito a ciò il sottosegretario Mirella Liuzzi ha aggiunto: "E' nostro obiettivo incrementare gli attuali 151 milioni di euro richiedendo un nuovo finanziamento della misura per allargare la platea dei cittadini ammessi a usufruire del contributo". Lo sconto sarà unico per ogni nucleo familiare.

Bonus tv e decoder, a chi spetta

Come anticipato ad inizio articolo, non tutti i contribuenti potranno usufruire del contributo dello Stato per acquistare una smart tv o un decoder. Infatti il bonus spetta soltanto alle famiglie con un reddito Isee che rientra nella prima e nella seconda fascia. Quindi potranno usufruire dell'agevolazione soltanto i nuclei con un reddito annuo di 10.632 euro (1a fascia Isee) e 21.256 euro (2a fascia Isee). Il bonus inoltre può essere richiesto solo da un membro per nucleo familiare. I parametri al momento sono questi, anche se Mirella Liuzzi,  sottosegretaria al Mise, non ha escluso la possibilità di ampliare la platea dei beneficiari, includendo quindi anche fasce di reddito più alte.

Bonus tv e decoder, come ottenerlo

Prima di pensare all'eventuale bonus tv è necessario verificare se gli apparecchi che abbiamo in casa siano compatibili con lo standard DVB-T2. Farlo è molto semplice e si può fare anche tramite internet: basta inserire il numero del modello della propria tv o del proprio decoder sul sito del produttore. Infatti, tutti i dispositivi messi in commercio dal 2017 in poi sono già adeguati alla nuova tecnologia, ma esistono prodotti venduti prima di quell'anno che sono già aggiornati.

Se tv o decoder sono da cambiare, i contribuenti che appartengono alla prima e alla seconda fascia Isee potranno richiedere il bonus. Come? Dopo che la norma verrà approvata e pubblicata sulla Gazzetta ufficiale, cosa che dovrebbe avvenire tra la fine di novembre e l'inizio di dicembre 2019, basterà andare in un rivenditore di elettrodomestici o dispositivi elettronici con  l’indicazione del nucleo familiare di appartenenza, la fascia Isee in cui rientra ed una dichiarazione in cui si certifica che nessun altro componente della famiglia ha già usufruito del bonus. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, ecco cosa cambia davvero dal 1° gennaio 2020

  • Bollette luce e gas, buone notizie per metà delle famiglie italiane

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 12 dicembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 14 dicembre 2019

Torna su
Today è in caricamento