Canone Rai 2020, quanto si paga e come chiedere l'esenzione

La dichiarazione di non possesso della tv deve essere presentata ogni anno, altrimenti il canone torna in bolletta: le cose da sapere

Foto di repertorio

Quale sarà l’importo del canone Rai nel 2020? E come fare per chiedere l’esenzione? Iniziamo col dire che per il prossimo anno, salvo sorprese dell’ultimo minuto, la quota da pagare resta la stessa: 90 euro spalmati in 5 rate bimestrali che arriveranno insieme alla bolletta della luce (a meno che non abbiate scelto un altro metodo di pagamento).

Anche le modalità per ottenere l’esenzione non cambiano. Bisogna però fare attenzione: la dichiarazione di non detenzione deve essere presentata ogni anno. Per cui nel 2020 bisognerà rifare tutto daccapo.

Come spiega l’Agenzia delle Entrate, la dichiarazione può essere presentata dal 1° luglio al 31 gennaio dell’anno successivo ed esonera dall’obbligo del pagamento per l’intero anno successivo. Se ad esempio la dichiarazione viene presentata a dicembre, saremo esonerati dal pagamento del canone per tutto il 2020. La dichiarazione presentata dal 1° febbraio al 30 giugno esonera invece dal pagamento solo per il secondo semestre dello stesso anno.

Chi ha diritto all’esenzione dunque farebbe bene ad affrettarsi, onde evitare di pagare la rata di gennaio e dover chiedere successivamente il rimborso. Non è più prevista la disdetta dell’abbonamento richiedendo il suggellamento dell’apparecchio tv.

Con la dichiarazione di non detenzione ci si impegna dichiarare che in nessuna delle abitazioni, per le quali il dichiarante è titolare di utenza elettrica, è detenuto un apparecchio Tv . In caso di falsa autocertificazione le sanzioni sono pesanti. "La mendacità nella dichiarazione sostitutiva - si legge sul sito dell’Agenzia delle Entrate - espone a responsabilità anche di natura penale".

Chi ha solo un computer, ma non la tv, deve pagare il canone Rai?

La legge prevede che solo chi è in possesso di "apparecchiature provviste di sintonizzatore per la ricezione del segnale (terrestre o satellitare) di radiodiffusione dall’antenna radiotelevisiva" è tenuto al pagamento dell'imposta. In sostanza dunque solo chi ha un televisore deve pagare il balzello. 

Come presentare la dichiarazione di non detenzione

La dichiarazione può essere presentata tramite l'apposita applicazione web sul sito dell'Agenzia delle Entrate, compilando il modello cartaceo (lo trovate qui) e per posta elettronica certificata, purché la dichiarazione stessa sia sottoscritta mediante firma digitale. La domanda cartacea va spedita all'Ufficio Canone TV - c.p.22 Torino - per plico raccomandato senza busta unitamente a copia di un valido documento di riconoscimento. La dichiarazione firmata digitalmente dovrà essere inviata tramite PEC all'indirizzo cp22.canonetv@postacertificata.rai.it.

L’esenzione per gli over 75

L’Agenzia delle Entate ricorda inoltre che anche i cittadini con più di 75 anni e un reddito annuo non superiore agli 8mila euro possono chiedere l’esenzione dal canone Rai: in questo caso non ci sono scadenze temporali da rispettare. Per ulteriori informazioni e casi particolari rimandiamo al sito dell’Agenzia delle Entrate.

Canone tv, nelle casse della Rai meno soldi di quanto davvero paghiamo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 20 febbraio 2020

  • Il marito di Mara Venier dopo le accuse: "Il successo dà fastidio, prenderemo decisioni"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 22 febbraio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 18 febbraio 2020

  • Heather Parisi: "La mia vita in Cina nell'inferno del Coronavirus. Qui si lavora da casa, i prodotti sono razionati"

Torna su
Today è in caricamento