Carta Famiglia, chi può chiederla e ottenere sconti e agevolazioni

Sconti e agevolazioni per le famiglie numerose: ecco chi può richiedere la card, le attività convenzionati e i servizi per cui può essere utilizzata

Foto di repertorio

Dopo il suo arrivo, il reddito di cittadinanza ha catalizzato l'attenzione di molti cittadini italiani, soprattutto quelli senza lavoro ed in difficoltà economiche, facendo passare in secondo piano altre forme di assistenza che riguardano le famiglie italiane. Una di queste, molto meno pubblicizzata ma comunque utile, è la Carta Famiglia, per cui il Dipartimento per le politiche della famiglia ha varato un decreto in cui vengono stabilite le nuove norme per il rilascio della card per il triennio tra il 2019 e il 2021

Carta Famiglia, cos'è e come funziona

Prima di approfondire il discorso sulle agevolazioni legate alla “family card”, vediamo di cosa si tratta. Questo strumento, confermato fino al 2021 dall'ultima legge di Bilancio, con il decreto attuativo che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso mese, è mirato ad aiutare le famiglie numerose e permette di accedere a diversi sconti su prodotti di prima necessità presso attività commerciali e farmacie convenzionate. Ricordiamo che, a differenza della Reddito di cittadinanza Card e del Rei, in cui vengono erogati dei sussidi economici, la Carta Famiglia non viene “caricata” con somme di denaro, ma permette soltanto di usufruire di alcuni sconti. 

Il decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale chiarisce i seguenti aspetti:

  • i criteri per l’individuazione dei beneficiari della Carta
  • le modalità di rilascio della Carta
  • le agevolazioni per i titolari della Carta.

Carta Famiglia, chi può richiederla

Come detto in precedenza, la Carta Famiglia è un'agevolazione per le famiglie numerose e può essere richiesto soltanto dai nuclei con tre o più figli a carico con meno di 26 anni, presenti nel medesimo stato di famiglia. I richiedenti devono avere la cittadinanza italiana o in uno dei Paesi dell’Ue ma con regolare residenza in Italia. La card permette di usufruire di una scontistica per diversi beni e servizi, ma non può erogare denaro né essere utilizzata per effettuare pagamenti. Su cosa sono gli sconti? Ecco un elenco con alcuni esempi:

  • Alimenti, 
  • Bevande analcoliche, 
  • Prodotti per l'igiene personale, 
  • Medicine e prodotti farmaceutici, 
  • Palestre,
  • Ristoranti,
  • Musei,
  • Manifestazioni sportive,
  • Istruzione.

La percentuale di sconto, di solito non inferiore al 5%, viene decisa in autonomia dal titolare dell'attività in questione. Per capire se in un negozio è possibile utilizzare la Carta Famiglia basta individuare la presenza di due bollini: Amico della famiglia e Sostenitore della famiglia.

Nel primo caso gli sconti saranno pari o superiori al 5% sul prezzo da listino, mentre nel secondo lo sconto può arrivare anche al 20%. Lo sconto può essere applicato sia direttamente sul conto della spesa che rilasciato sotto forma di “buono”, utilizzabile per effettuare acquisti in un secondo momento.

La lista aggiornata dei punti vendita convenzionati con la Carta Famiglia si può consultare e scaricare dal sito del Ministero dell'Economia. Ricordiamo inoltre che la card può essere utilizzata dai soli componenti del nucleo familiare, non può essere ceduta a terzi e non può essere usata come carta di credito o di debito.

Carta Famiglia, come richiederla

La richiesta può essere presentata da uno dei due genitori presso il Comune di residenza o mediante una piattaforma digitale caricata su un portale internet oppure tramite app per smartphone, anche se il sito ad hoc non è ancora attivo. Per richiederla servono i seguenti documenti:

  • Il modulo di richiesta della Family Card 2019 rilasciato direttamente dal comune di residenza;
  • Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU);
  • Documento d’identità del genitore richiedente.

Una volta ottenuti e compilati i documenti appena citati sarà possibile effettuare la richiesta presso il proprio Comune di residenza. A breve sarà disponibile anche un portale web ad hoc per la Carta Famiglia, con cui sarà possibile richiedere online la card. La richiesta della Carta Famiglia ha un costo che però varia in base al Comune di residenza.

Carta Famiglia, durata e revoca

La Carta Famiglia ha una validità di due anni a partire dal suo rilascio. Al termine di questo periodo  si potrà ottenere una nuova card presentando nuovamente i documenti richiesti.  Solo per le famiglie con basso reddito del Friuli Venezia Giulia,  il periodo di validità della carta è di soli 12 mesi. Ma attenzione, la Carta Famiglia può anche essere revocata, ma soltanto in due casi: 

  • in caso di mancato aggiornamento entro 30 giorni dei dati contenuti nella Carta per sopravvenute modifiche
  • in caso di dichiarazioni false.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A 12 anni va in ospedale per il mal di pancia: scoprono che è incinta di sette mesi

  • Oroscopo Paolo Fox, le previsioni della settimana dal 20 al 26 gennaio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Enzo Iacchetti sul rapporto con Ezio Greggio: "Tra noi un tacito accordo di buona convivenza"

  • Sanremo 2020, la furia di Claudia Gerini contro Amadeus: "Comportamento inaccettabile"

  • Vive con il cadavere del fratello, morto da tre mesi, ai piedi del letto

Torna su
Today è in caricamento