Arriva il 'Concorsone' per la Camera: stipendi fino a 300mila euro

A luglio arriverà il primo dei quattro bandi: i posti disponibili sono tra i 250 e i 300, mentre gli stipendi varieranno in base ai diversi livelli funzionali

Foto di repertorio

Concorso per la Camera dei Deputati, ci siamo. A luglio arriverà il primo dei quattro bandi del cosiddetto 'Concorsone', la selezione pubblica che punta ad assumere tra le 250 e le 300 risorse, con i nuovi dipendenti che si affiancheranno agli attuali 1063. Quest'estate partirà il primo dei quattro bandi previsti, riservato all'assunzione di consiglieri parlamentari, con gli altri tre che si svolgeranno nel 2020. Secondo i dettagli riportati dal quotidiano 'Il Tempo', gli stipendi andranno da un minimo di 40mila euro annui, fino ad oltre 300mila euro.

Concorso Camera: tutti i bandi

Il secondo bando punterà ad assumere documentaristi, che svolgono attività concernenti l'istruttoria e la formulazione di elaborati documentali, tecnici o contabili, oltre a redarre i resoconti integrali degli interventi parlamentari. Il terzo bando riguarderà i segretari parlamentari, che gestiscono documenti tecnici e contabili, oltre agli archivi e altre procedure d'ufficio. L'ultimo è per gli assistenti parlamentari, che si occupano della vigilanza, della sicurezza delle sedi e dell'assistenza.

Gli stipendi dei nuovi assunti saranno comunque stabiliti dall'ufficio di presidenza dopo un confronto con i sindacati, già aperto dal presidente Roberto Fico. I compensi attuali dovrebbero essere ritoccati al ribasso. Confermata inoltre la possibilità di pensione anticipata per 16 dipendenti all'anno fino al 2021, che potranno uscire dal lavoro anche prima dei 60 anni. Dal 2022 non ci saranno più restrizioni.

Concorso Camera: la prova

Per poter partecipare al 'Concorsone' è necessaria una laurea quinquennale, mentre la prova sarà composta da quattro prove: due scritte e due orali. La prima prova scritta sarà a risposta multipla su temi come il diritto costituzionale, diritto e procedura parlamentare, diritto amministrativo, diritto civile, diritto dell’Unione europea e politica economica, mentre la seconda sarà sulla storia d'Italia, in particolare su diritto costituzionale, parlamentare, amministrativo e civile. Invece, per quanto riguarda le prove orali, nella prima il candidato dovrà rispondere a quesiti riguardanti le sette materie dello scritto, mentre nella seconda dovrà mostrare la conoscenza di una lingua straniera a scelta tra inglese, francese, tedesco e spagnolo. Maggiori informazioni sui requisiti e le modalità con cui presentare la domanda di partecipazione verranno specificate nel bando che prima dell'estate dovrebbe essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. 

Parlamento più snello: passa il primo "giro di boa" la proposta di legge

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiede il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere un albergo da 800mila euro

  • Medico muore durante il turno di notte: aveva 28 anni

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

  • Tasse, chi rischia di pagare di più con la nuova Imu

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 14 novembre 2019

Torna su
Today è in caricamento