Coronavirus, come sono cambiati i trasporti pubblici durante l'epidemia

Il trasporto pubblico resta ancora attivo, benché con una forte rimodulazione. Cosa cambia per chi - per motivi di necessità - deve ancora uscire di casa

L'epidemia di coronavirus ha cambiato molto delle nostre vite ma il trasporto pubblico resta ancora attivo, benché con una forte rimodulazione. Infatti se l'89% degli utenti abituali sono fermi in casa, rimane un'esigua percentuale di persone che per motivi di necessità utilizza ancora il trasporto pubblico: medici, infermieri, addetti delle pulizie negli ospedali e lavoratori di altri servizi essenziali che ogni giorno devono raggiungere il proprio posto di lavoro.

Persone che hanno trovato ben 2171 linee che hanno cambiato orario o percorso negli ultimi giorni, mentre l'85% delle linee scolastiche sono state sospese.

In questo periodo per gli utenti del trasporto pubblico districarsi tra i numerosi cambiamenti al servizio da parte delle aziende è una vera impresa. A semplificare tutto c'è un'app: Moovit. 

Questa app per la mobilità urbana, che conta 720 milioni di utenti nel mondo, ha monitorato e aggiornato costantemente tutti i cambiamenti al servizio di trasporto pubblico in oltre 350 aree italiane, dalle grandi città come Roma e Milano ai comuni più piccoli. Tutte le modifiche più importanti sono state comunicate settimanalmente con una notifica agli utenti e gli stessi utenti hanno visionato all'interno dell'app un messaggio di alert con le prescrizioni del Ministero della Salute.

Trasporto pubblico e Covid-19-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma in che modo Moovit è riuscita ad aggiornare questo numero così ampio di linee in così poco tempo? Lo abbiamo chiesto direttamente a Samuel Sed Piazza, responsabile europeo dell'app. "Moovit è costantemente aggiornata grazie a due motori: la Community e il team operazioni. Il team operazioni fa da raccordo tra le principali aziende di trasporto pubblico e la nostra sede centrale, dove vengono inserite nei server le modifiche successivamente visibili nell'app. La Mooviter Community invece è un gruppo di centinaia di volontari appassionati di trasporto pubblico che quotidianamente, tramite uno strumento progettato per loro, inserisce all'interno dell'app le modifiche al servizio dal nord al sud Italia: dalla città di Siracusa fino a Pordenone. Un contributo dal territorio fondamentale per Moovit, un volontariato digitale con un impatto elevato sulla vita quotidiana di milioni di persone". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La testimonianza di Heather Parisi dalla Cina: "Oggi possiamo uscire, ma vietati tavoli al bar"

  • Belen contro Barbara d'Urso: l'affondo durante una diretta su Instagram

  • Coronavirus, come sono cambiati i trasporti pubblici durante l'epidemia

  • Fabio Cannavaro dalla Cina: "Oggi è finita la quarantena, ecco la mia testimonianza"

  • Coronavirus, a Rimini guarisce anziano di 101 anni: è nato durante l'epidemia di spagnola

  • Giuliana De Sio dopo il coronavirus: “Uno straccio di donna che però sta guarendo”

Torna su
Today è in caricamento