Perché i Comuni fanno così poco contro l'evasione fiscale?

I Comuni hanno l'opportunità di accertare l'evasione fiscale locale e segnalare il tutto all'Agenzia delle Entrate. Sarebbe doveroso, oltre che una formidabile opportunità per rivitalizzare i bilanci, ma pochi enti locali lo fanno. Il problema non è solo tecnico

Evasione fiscale, se ne parla tantissimo in questi giorni perché il governo Pd-M5s ha annunciato ai quattro venti la volontà di cambiare passo sull'argomento. Il discorso però si è concentrato soprattutto sul carcere "per i grandi evasori", con posizioni favorevoli e contrarie. C'è un piccolo problema però. Prima di portarli davanti alla giustizia, gli evasori bisogna trovarli. E poi bisogna recuperare le somme non versate. Non tutti i Comuni possono o si trovano nelle condizioni di farlo adeguatamente. Di che cosa stiamo parlando? 

Evasione fiscale, i Comuni fanno troppo poco

Spostando il livello dal piano nazionale a quello locale, in tanti sottolineano una "scarsa propensione" dei territori e degli enti locali nel mettere in campo strumenti per recuperare quanto sfuggito alla fiscalità locale. Infatti la vigente normativa offre ai Comuni l'opportunità di accertare l'evasione fiscale locale e, stabilita l'entità, segnalare il tutto all'Agenzia delle Entrate. A quel punto il ministero delle Finanze, quando ha verificato l'ammontare esatto, effettua un ristorno e restituisce agli Enti il dovuto. Il decreto legge 203/2005 per potenziare l’azione di contrasto all’evasione fiscale, ha espressamente stabilito di incentivare la collaborazione dei Comuni all’accertamento fiscale, assegnando loro una quota delle maggiori somme riscosse grazie al loro intervento.

Per tanti Comuni in perenne difficoltà economica si tratta in linea teorica di una formidabile opportunità per rivitalizzare i bilanci, ma in questo senso si fa poco, pochissimo. Basti pensare che secondo gli ultimi dati disponibili su tutto il territorio nazionale solo poche centinaia di Comuni sui quasi 8000 nazionali si sono attrezzati per rivendicare la restituzione del mancato gettito. L’ufficio Studi della CGIA di Mestre un anno fa ha evidenziato che solo il 5 per cento circa dei Comuni collabora con il fisco nella lotta all’evasione, specificando che si tratta di 435 su 7978.

Perché i Comuni non cambiano passo nella lotta all'evasione

I motivi per cui i Comuni sottovalutano i vantaggi insiti nell'opportunità di accertare l'evasione fiscale locale sono molteplici. Le giustificazioni ci sono, sia ben chiaro. C'è innanzitutto un problema tecnico, concreto, amministrativo: molti enti locali a fatica trovano i soldi per pagare le risorse umane che svolgono i compiti prinicipali, e diventa complesso chiedere al personale di occuparsi anche di attività extra. Servirebbero professionalità adeguate per questa attività e le società esterne specializzate nella riscossione inoltre hanno un costo notevole, perché l'attività è lunga e complessa.

Tuttavia è evidente come le tasse locali non pagate (Imu, rifiuti e via dicendo) siano molto facilmente individuabili da qualsiasi amministrazione, soprattutto nei Comuni medio-piccoli. Secondo qualcuno il problema vero è anche il rischio di perdita di consenso, ed è anche questo a spingere i politici locali - non ovunque, è chiaro - a non cambiare davvero passo nella lotta all'evasione fiscale locale: il contribuente infatti vota. L'imbarazzo nel perseguire coloro che oltre che essere cittadini sono ovviamente anche elettori è comprensibile ma non accettabile, così come la volontà di non creare a un'azienda locale i danni a livello tanto pratico quanto di immagine conseguenti all’avvio di una indagine del fisco. 

Il problema di fondo forse è però un altro: l'evasione fiscale non è ancora vista in Italia come una vera devastante piaga sociale. Le minori disponibilità di spesa per ogni Comune si traducono necessariamente in minori servizi o servizi più cari per i cittadini onesti: una maggiore presa di coscienza collettiva è auspicabile. 

Evasione, un "settore" che non conosce crisi: tutti i soldi che sfuggono al Fisco

evasione fiscale inografica ansa-2

Ansa/Centimetri

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiede il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere un albergo da 800mila euro

  • Medico muore durante il turno di notte: aveva 28 anni

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • Nuovo maxi concorso: oltre 300 posti a tempo indeterminato, si cercano laureati e diplomati

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

  • Tasse, chi rischia di pagare di più con la nuova Imu

Torna su
Today è in caricamento