Vertenza Fedex-Tnt, accordo fatto: "Scongiurati 361 licenziamenti"

Fermati anche i trasferimenti per tutti gli addetti e le addette, attraverso ricollocazioni all'interno del perimetro aziendale e esodi volontari incentivati

Accordo fatto al ministero del Lavoro per la vertenza Fedex-Tnt. Dopo una trattativa ad oltranza, azienda e sindacati hanno raggiunto un'intesa che scongiura i 361 licenziamenti attraverso il ricorso a ricollocazioni ed esodi incentivati.

Dopo una maratona negoziale ad oltranza, presso la sede del dicastero del Lavoro di via Fornovo, stasera è arrivata la fumata bianca con l'accordo che, oltre a scongiurare i licenziamenti, ferma anche i 115 trasferimenti. ''Sono scongiurati i licenziamenti e fermati i trasferimenti per tutti gli addetti e le addette, attraverso ricollocazioni all'interno del perimetro aziendale e nelle stesse aree a partire dalla Lombardia, dal Piemonte e nel Mezzogiorno ed esodi volontari incentivati'', affermano Giulia Guida, segretaria nazionale della Filt Cgil e Antonio Pepe della Filt Cgil.

''E' importante - sottolineano i due dirigenti sindacali - aver ottenuto le necessarie garanzie occupazionali con il mantenimento dei diritti normativi e salariali all'interno dell'azienda sia per chi rischiava il licenziamento sia per chi il trasferimento, a seguito della chiusura della propria filiale. Con l'accordo siamo riusciti a mantenere l'occupazione in particolare al Sud dove non ci sono sufficienti possibilità di essere ricollocati''.

Secondo Guida e Pepe, ''è importante anche aver ottenuto dalla nuova azienda che nasce dall'acquisizione di Tnt, la sottoscrizione del Protocollo sugli appalti che garantisce, come in altre realtà del trasporto e della consegna delle merci, il divieto di subappalto, la possibilità di rivolgersi solo a soggetti con requisiti finanziari solidi ed il rispetto pieno del contratto nazionale Logistica Trasporto, Merci e Spedizione. Ora - concludono - attraverso incontri costanti con l'azienda ed entro aprile 2019, quando sarà auspicabilmente applicata la riorganizzazione aziendale, monitoreremo l'applicazione dell'accordo''.

 Di Maio sblocca 280 milioni ai centri per l'impiego

Sempre oggi l'annuncio del Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio dello sblocco immediato dei fondi ministeriali per i ''Centri per l'impiego''.

Saranno trasferite le risorse del residuo 2017 (45.000.000 euro) e del 2018 (235.000.000 euro). "Un chiaro segnale per dimostrare la volontà di essere in prima linea con le amministrazioni regionali per far funzionare i Servizi per il Lavoro" ha spiegato il Ministro durante l'incontro con gli assessori regionali. 

Potrebbe interessarti

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Quando lo zenzero fa male

  • Formiche, i metodi naturali per allontanarle da casa

  • Tonno, come riconoscere quello di qualità (e quanto mangiarne)

I più letti della settimana

  • Saldi estivi 2019, tutte le date regione per regione: il calendario completo

  • Tina Cipollari pazza d'amore, regalo super lusso per i 50 anni di Vincenzo Ferrara (FOTO)

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di giovedì 20 giugno 2019

  • Temptation Island 2019: puntate, anticipazioni e coppie

  • Autostrade, rivoluzione pedaggi al via: che cosa cambia con il nuovo sistema

  • Incidente tra auto e camion: morti tre amici, tutti giovanissimi

Torna su
Today è in caricamento