Flat tax: senza detrazioni e 80 euro avrà un impatto negativo sui redditi bassi

Secondo il centro studi della Uil un lavoratore con un reddito lordo annuo pari a 13.490 euro pagherà 136 euro al mese in più

Foto di repertorio

Secondo uno studio del centro studi Uil la così detta flat tax non conviene a tutti. Se venisse accompagnata all’abolizione delle detrazioni fiscali e del bonus di 80 euro in busta paga, la riforma fiscale che ha in mente la Lega (Irpef al 15% per i redditi familiari fino a 55mila euro) generebbe infatti un effetto negativo sui redditi fino a 26.600 euro lordi all'anno. Chi ha uno stipendio basso o medio basso dunque potrebbe pagare addirittura più tasse rispetto ad oggi. E ricevere, di conseguenza, una busta paga più leggera.

Con la flat tax al 15% impatto negativo sui redditi più bassi

Il centro studi coordinato da Domenico Proietti ha calcolato che un lavoratore con un reddito lordo annuo pari a 13.490 euro vedrebbe un aumento di tasse di circa 1.774 euro; mentre un reddito di 22.830 euro avrebbe un appesantimento della tassazione di 985 euro. Incrementi determinati, dice la Uil, dall'effetto congiunto dell'abolizione delle detrazioni, delle deduzioni e del bonus da 80 euro. Nel primo caso il lavoratore dovrebbe pagare 136 euro di tasse al mese in più, nel secondo 76 euro al mese in più.

Avvantaggiati single e famiglie monoreddito

Inoltre, annota ancora lo studio Uil, non è chiaro come la tassazione possa essere sottoposta ad una valutazione del reddito familiare ipotizzata ai 55.000 euro lordi annui. Infatti, dice ancora Proietti, è evidente "la distorsione che escluderebbe una famiglia con due redditi da 28 mila euro lordi annui ed invece garantirebbe uno sconto fiscale a chi guadagna, da single, 54 mila euro lordi annui". La flat tax targata Lega prevede infatti una nuova tassazione sulla base del reddito familiare e non individuale come per l’attuale Irpef. In questo modo, fa notare la Uil, un single guadagna 54mila euro rientrerebbe nel tetto dei 55mila pagando solo il 15% di tasse. Al contrario due dipendenti, marito e moglie, che percepiscono 28mila euro a testa non benficerebbero dei vantaggi fiscali del nuovo sistema. 

Che fine faranno detrazioni e 80 euro?

Resta da vedere quale sarà il contenuto effettivo del testo che sarà discusso in Parlamento. La Uil ha ipotizzato che con il nuovo regime fiscale sarebbero state cancellate sia le detrazioni fiscali che il bonus di 80 euro in busta paga che tuttavia, secondo l’ultima idea del viceministro dell'Economia Massimo Garavaglia, potrebbe essere trasformato in contributi "per avere meno spesa per lo stato".

Flat tax "libera": perché potrebbe essere facoltativa e non obbligatoria 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, ecco cosa cambia davvero dal 1° gennaio 2020

  • Bollette luce e gas, buone notizie per metà delle famiglie italiane

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: i numeri di sabato 7 dicembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 12 dicembre 2019

Torna su
Today è in caricamento