Imu, Tasi e saldo Iva: tutte le scadenze fiscali di giugno

Dall'Imposta municipale al "ravvedimento breve": ecco tutti gli appuntamenti fiscali del prossimo mese

Foto d'archivio

Dall'Imu al "ravvedimento breve". Giugno sarà un mese di scadenze fiscali per tanti italiani. Vediamo allora nel dettaglio quali sono tutte le imposte da pagare e le novità in materia di fisco, secondo quanto riportato nel calendario dell’Agenzia delle Entrate.

Ravvedimento breve e canone Tv (15 giugno 2018)

Due le scadenze da tenere a mente.Il 15 giugno sarà l’ultima data utile per la regolarizzazione dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati o effettuati in misura insufficiente entro il 16 maggio 2018, con maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta a un decimo del minimo (ravvedimento breve);

- Comunicazione all'Agenzia delle Entrate dei dati di dettaglio relativi al canone TV addebitabile e accreditabile nelle fatture emesse dalle imprese elettriche riferiti al mese precedente;

Imu, Tasi e saldo Iva (18 giugno)

Il 18 giugno sarà invece l’ultimo giorno utile per il versamento dell'acconto relativo all'Imposta Municipale Propria (Imu) e al Tributo per i servizi indivisibili (Tasi);

- Il 18 giugno scade anche l’imposta sulle transazioni finanziarie (c.d. Tobin Tax);

- Versamento 4° rata del saldo IVA relativo all'anno d'imposta 2017 risultante dalla dichiarazione annuale con la maggiorazione dello 0,99% mensile a titolo di interessi;

Pensioni, così cambierà l'importo dell'assegno (di poco)

20 giugno, occhio al 730

Il 20 giugno sarà l’ultimo giorno utile per annullare il 730 inviato una sola volta all'Agenzia delle Entrate. In questo modo tutti i dati del contribuente saranno cancellati e sarà di nuovo disponibile la dichiarazione precompilata;

Elenchi Intrastat (25 giugno)

Presentazione degli elenchi riepilogativi (Intrastat) delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti di soggetti UE.

Dichiarazione dei redditi, ecco come pagare meno tasse

29 giugno

Con riferimento alle dichiarazioni dei redditi (modello 730/2018) presentate dai contribuenti entro il 22 giugno 2018, i CAF e i professionisti abilitati devono trasmettere, in via telematica, all'Agenzia delle Entrate: le dichiarazioni elaborate (modelli 730/2018); i relativi prospetti di liquidazione (mod. 730-3); il risultato contabile delle dichiarazioni (mod. 730-4); nonché le buste contenenti le schede relative alla destinazione dell'otto, del cinque e del due per mille dell'Irpef (ossia, le buste chiuse contenenti il mod. 730-1);

- Con riferimento alle dichiarazioni dei redditi (modello 730/2018) presentate dai contribuenti entro il 22 giugno 2018, i CAF e i professionisti abilitati devono rilasciare al contribuente la copia della dichiarazione dei redditi elaborata (Mod. 730/2018) e del relativo prospetto di liquidazione mod. 730-3.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Salvini-Renzi, "polveri bagnate" e poche sorprese nel confronto tv: chi ha vinto

  • Sciopero dei benzinai: per due giorni "senza" stazioni di servizio

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 10 ottobre 2019: i numeri vincenti

Torna su
Today è in caricamento