L'Italia è in balia della corruzione secondo 9 giovani su 10

Secondo una ricerca effettuata da Demopolis, 9 intervistati su 10 credono che la corruzione sia molto diffusa nel nostro Paese. Ma la legge sul Whistleblowing è un primo passo per uscire da questa spirale

Foto di repertorio

L'Italia è un Paese in balia della corruzione. Purtroppo sono i numeri a dirlo: nel 2016 eravamo al 60esimo posto su 176 Paesi in tutto il mondo, mentre nella classifica europea ci posizioniamo al terzultimo posto, davanti soltanto a Grecia e Bulgaria. E' brutto da dire, ma questi dati non fanno altro che fornire una fotografia dell'Italia, in cui la corruzione si è diffusa a macchia d'olio, abbracciando diversi ceti sociali e professioni. Basti pensare soltanto alle ultime notizie, come lo scandalo che ha travolto i funzionari dell'Agenzia delle Entrate di Brescia, oppure, andando indietro di qualche mese, il caso delle cattedre universitarie 'comprate'.

La legge sul Whistleblowing

Per curare questo 'cancro' la politica ha mosso i primi passi con l'approvazione in via definitiva della legge sul cosiddetto 'Whistleblowing', che tutela e protegge chi denuncia la corruzione nei luoghi di lavoro, a partire dalla Pubblica Amministrazione. Una norma di civiltà che ha già fatto la prima vittima, una dipendente del Campidoglio. 

Ma questa legge è anche un successo per l'Associazione “Riparte il futuro”, che attraverso una raccolta firme ha promosso l'avvio del dibattito in Parlamento, che poi ha portato alla 'nascita' di questa nuova norma. 

Italia corrotta

Ma gli italiani, come percepiscono il fenomeno della corruzione? Per spiegarlo nei minimi dettagli l'Associazione “Riparte il futuro” ha promosso una ricerca realizzata dall’Istituto Demopolis su un campione rappresentativo dei cittadini tra i 18 ed i 40 anni. I risultati dello studio non lasciano spazio a fraintendimenti: il 91% dei cittadini intervistati ritiene che l'Italia sia un Paese in cui la corruzione è molto diffusa. La piccola minoranza rappresentata dal restante 9% la pensa in maniera contraria. 

1.Corruzione_under40-2

I casi più celebri

Ovviamente quelli dell'Agenzia delle Entrate e dell'Università sono soltanto gli ultimi casi, ma gli episodi che più sono rimasti nella mente degli intervistati sono altri: 'Mafia Capitale' e il caso Consip sono quelli più citati, seguiti dagli episodi di corruzione all'Expo di Milano e le tangenti per il Mose.

Chi denuncia

La ricerca prodotta da Demopolis per “Riparte il Futuro” ha cercato di andare a fondo nel problema, chiedendo ai giovani intervistati come si comporterebbero se dovessero trovarsi di fronte ad un tentativo di corruzione. Un modo per analizzare il confine tra lecito e illecito dando uno sguardo alle scelte quotidiane: più della metà (il 51%) dichiara che denuncerebbe l'episodio alle autorità, il 30% si ferma ad un “probabilmente”, mentre il 10% ha preferito non esprimersi. Il dato preoccupante sta in quel 9% di persone che ha dichiarato che non farebbe denuncia in alcuna circostanza.

3.Corruzione_under40-2

Strumenti contro la corruzione

Ma l'Italia è attrezzata per contrastare questo male? A commentare i dati è direttamente Pietro Vento, direttore dell’Istituto Demopolis: “Appena un quarto degli under 40 ritiene che nel nostro Paese esistano strumenti efficaci per ridurre davvero la corruzione. Il 60% è convinto che tali strumenti di contrasto si siano dimostrati poco efficaci e che servano nuove norme in grado di incidere su certezza della pena e trasparenza”.

4.Corruzione_under40-2

Le soluzioni

Lo studio di Demopolis ha indagato anche su quali potrebbero essere le soluzioni per prevenire e contrastare questo fenomeno: il 68% degli intervistati chiede l'aumento delle pene per i corrotti, mentre per 6 persone su 10 ci vorrebbe più trasparenza nella Pubblica Amministrazione e nelle gare d'appalto. Le altre soluzioni prese in considerazione riguardano la tutela dei dipendenti che segnalano illeciti e incarichi a durata limitate per i dipendenti pubblici.

per andre-2

La maggior parte degli intervistati ha apprezzato la nuova legge sul Whistleblowing, una norma che apre il 'vaso di Pandora' della corruzione e degli illeciti nella Pubblica Amministrazione, sperando che questa rappresenti un primo segno di cambiamento.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    "Ritiratevi tutti": la consigliera che scuote l'assemblea del Pd (senza Renzi)

  • Politica

    La "guerra" della monnezza e la mappa degli inceneritori in Italia

  • Economia

    Bollo auto "basato sui consumi": la rivoluzione

  • Economia

    Migliaia di persone bloccano le strade contro gli aumenti della benzina: c'è un morto

I più letti della settimana

  • Estrazioni di oggi di Lotto e SuperEnalotto: ecco i numeri vincenti

  • Ilary Blasi, shopping con la piccola Isabel senza trucco (né parrucca)

  • Pensioni, in arrivo un milione di buste arancioni: ecco cosa sono

  • Pensioni, il prossimo assegno sarà più ricco ma per qualcuno arriverà dopo

  • "È in gravi condizioni": operato d'urgenza il noto cantante italiano

  • Gf Vip, Monte e Salemi al capolinea. Lui sbotta: "Faccia di cu*o, io con te metto un punto"

Torna su
Today è in caricamento