Lavoro: 4 insegnamenti della mamma che possono tornare utili

I consigli della mamma, quelli che ci accompagnano fin da piccoli, possono tornare utili anche quando si è grandi e è sul posto di lavoro. Vediamo quali sono e perché sono importanti

Non fare questo, fai quello, fai quell’altro: quante volte ci siamo sentiti ripetere queste raccomandazioni dalla mamma (e talvolta dalle nonne o da altri parenti)? Abbiamo deciso di ripensarci e di trovare quattro insegnamenti della mamma che possono tornare utili sul luogo di lavoro: cominciamo

Saluta sempre

Fin da bambini mamme e nonne ci hanno insegnato a salutare sempre le persone che incontravamo per strada, in casa, o in qualsiasi luogo ci trovassimo insieme a loro. Questo insegnamento può rivelarsi molto utile anche sul luogo di lavoro, e non semplicemente per il fatto di salutare una persona quando arriva o quando lascia una stanza dove siamo presenti, ma per il significato che si nasconde dietro a questo tipo di raccomandazioni.

Come le mamme ci hanno insegnato, salutare infatti non è semplicemente un gesto di cortesia ma è anche un modo per dare attenzione e rispetto alle persone con le quali entriamo in relazione. 

Sul luogo di lavoro questo aspetto assume un'importanza ancora maggiore, in quanto un saluto e il rispetto portato sia ai superiori e ai colleghi, sia alle altre persone con le quali potremo entrare in contatto, dimostrano molto di noi stessi e certamente verranno apprezzati da coloro con i quali entreremo in relazione.

Quando possibile, aggiungere anche il nome (o il cognome/titolo in caso di superiori) al saluto, dimostrerà un’attenzione ancora maggiore al nostro interlocutore.

Tieni presente che un saluto è un gesto molto semplice e che spesso diamo per scontato, ma che tuttavia, quando non viene effettuato oppure non riceve una risposta, è in grado di provocare in noi un forte fastidio, o almeno disappunto.

Non parlare delle persone che non sono presenti

Il secondo insegnamento della mamma che può tornare utile sul luogo di lavoro è quello di non parlare di persone che non siano presenti e soprattutto di non parlare male di persone che non sono coinvolte nel dialogo.

Questo insegnamento è molto importante sul luogo di lavoro perché, innanzitutto, ci consente di creare un'immagine di noi di una persona trasparente e leale nei confronti degli altri. Questo non significa ovviamente che sia da evitare qualsiasi tipo di critica nei confronti dei colleghi o dei superiori, ma semplicemente in caso di difficoltà è necessario coinvolgere le persone direttamente implicate o che crediamo possano avere un ruolo nelle tematiche di cui vorremmo discutere.

Questo consiglio della mamma è importante anche per un secondo motivo: dovrebbe infatti farci riflettere sul fatto che, quando siamo soliti parlare male di qualcuno che non è presente, è molto probabile che questo atteggiamento venga emulato dagli altri nei nostri confronti e che, di conseguenza, potrebbe rivelarsi un boomerang contro di noi.

Stai attento ai risparmi

Il terzo consiglio della mamma che crediamo possa essere molto utile anche sul lavoro è quello di stare attenti ai propri risparmi. Il consiglio è valido sia per chi si trova a gestire direttamente fondi aziendali, sia per chi non è implicato direttamente in questo tipo di ruolo: ti spiegheremo a breve perché.

Starei attento risparmi significa essere in grado di gestire le risorse che ci vengono assegnate oppure delle quali disponiamo, il che rende questo consiglio utile anche per i lavoratori autonomi, i freelance o per chiunque non ne debba rispondere direttamente ad un superiore.

L’insegnamento della mamma sulla gestione dei risparmi, che ci invitava di solito a non spendere tutto alla prima occasione in maniera impulsiva, è molto utile perché fin da bambini ci ha insegnato innanzitutto a stare attenti a come spendere i soldi che ci venivano regalati e, in secondo luogo, a gestirli oculatamente magari risparmiando per un progetto più importante.

Come anticipavamo, oltre che per i soldi in quanto tali, questo consiglio è molto utile per tutti tipi di risorse con le quali abbiamo a che fare, tra le quali una delle più importanti potrebbe essere il tempo. Rispettare gli orari è infatti un alto consiglio della mamma del quale vorremmo parlare: lo faremo nel prossimo paragrafo.

Rispetta gli orari

Un’esperienza molto comune è quella di essere stati ripresi o rimproverati per non aver rispettato gli orari che ci venivano imposti dalla mamma o dai genitori, primo tra tutti quello del rientro a casa. Rispettare gli orari è anche una raccomandazione che molto spesso ci veniva fatta da bambini in merito agli orari scolastici, per i quali venivamo invitati alla puntualità.

Perché questo consiglio può essere utile anche per quanto riguarda il mondo del lavoro? Il motivo è molto semplice: il rispetto degli orari è fondamentale per poter portare a termine i compiti che ci vengono assegnati, nei tempi stabiliti.

Non sprecare tempo e arrivare in orario al lavoro sono inoltre una dimostrazione di rispetto sia nei confronti delle persone con le quali lavoriamo, sia nei confronti del datore di lavoro o dei committenti. Rispettare gli orari ha però anche un’altra implicazione, che è quella di attribuire il giusto tempo a ciò che dobbiamo portare a termine (possibilmente senza farci distrarre eccessivamente). 

Come abbiamo detto nel paragrafo precedente, il tempo è una risorsa fondamentale tanto quanto i soldi o le risorse di di altro tipo. È probabile che da piccoli fossimo soliti contare i soldi ricevuti e risparmiati, magari in attesa di un acquisto importante o di un progetto che avevamo in mente. Il tempo può essere gestito allo stesso modo, utilizzando un programma o le app dedicate al risparmio e alla gestione del tempo, una sorta di sostituto del nostro salvadanaio.

I programmi per la gestione del tempo ci consentono innanzitutto di capire quanto tempo venga impiegato per ogni tipo di mansione ed in secondo luogoci permettono di monitorare eventuali distrazioni che possono sottrarre tempo (e quindi risorse preziose) alle compito che stiamo svolgendo.

Come l’orologio che ci è stato regalato da piccoli e che ci ha insegnato come rispettare gli orari, questo consiglio della mamma ci ha insegnato l’importanza di questa regola, che ancora possiamo utilizzare, in ambito lavorativo e non.

Speriamo che questi consigli possano essere utili anche per voi, sia che siate tra quelli che da piccoli rispettavano alla lettera le regole della mamma, sia che da bambini non abbiate dato così tanta importanza alle continue raccomandazioni dei genitori.

Potrebbe interessarti

  • Falsi amici: 7 alimenti che pensi facciano dimagrire ma che invece fanno ingrassare

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: 5 buoni motivi per tacere

  • Come smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio alle sigarette

  • ‘Workaholism’, cos’è la dipendenza da lavoro e quali sono i sintomi per riconoscerla

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, estratto il "6" da 209 milioni di euro: i numeri vincenti di oggi 13 agosto 2019

  • Deva Cassel, figlia di Monica Bellucci, incanta i paparazzi in Grecia (FOTO)

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi sabato 10 agosto 2019: ecco i numeri vincenti

  • Pensioni, 80 euro e reddito di cittadinanza: cosa succede se cade il governo

  • Addio Nadia Toffa, in centinaia alla camera ardente

  • Laura Chiatti 'presenta' il figlio su Instagram: "La somiglianza è impressionante" (FOTO)

Torna su
Today è in caricamento