Caso Monte dei Paschi, "le Iene" fanno riaprire il caso David Rossi

Lorenza Pieraccini, ex segretaria di Fabrizio Viola può far riaprire il caso a quattro anni dalla morte dell'ex capo della comunicazione Mps. Intanto la commissione d'inchiesta sulla banche si muove per avere i nomi dei debitori delle banche venete

Aprire una pratica in Prima Commissione "per valutare eventuali profili di incompatibilità ambientale o funzionale" dei vertici del tribunale e della Procura di Siena. E' quanto chiede il consigliere laico Pierantonio Zanettin al Comitato di presidenza del Csm, dopo il servizio de Le Iene andato in onda domenica scorsa e dedicato al caso di David Rossi, ex capo della comunicazione di Mps, morto cadendo dalla finestra del suo ufficio nel marzo 2013.

Le Iene hanno intervistato Lorenza Pieraccini, ex segretaria di Fabrizio Viola (ex ad di Mps), la quale ha dichiarato di non essere mai stata sentita dai magistrati nell'ambito dell'indagine sulla morte di Rossi. "E' la stessa persona - scrive Zanettin nella nota trasmessa ai vertici del Csm - che il giudice per le indagini preliminari Malvasi nel suo decreto di archiviazione aveva invece sostenuto essere stata sentita a verbale dalla Procura".

Zanettin ricorda poi il comunicato stampa diramato il 25 ottobre scorso dal Capo della Procura di Siena, Salvatore Vitello, e dal presidente del tribunale senese, Roberto Carrelli Palombi, nel quale si puntualizzava che "tale testimonianza non avrebbe aggiunto alcunche' nel quadro probatorio già cristallizzato".

Tuttavia, aggiunge il laico del Csm, "il servizio de Le Iene dimostra esattamente il contrario. Desta peraltro perplessità - conclude Zanettin - l'iniziativa dei vertici del tribunale e della Procura della Repubblica di Siena di emanare un comunicato stampa che ripercorre le indagini, ancora molto controverse e passibili di una riapertura, al fine di fornire alla pubblica opinione 'un quadro di informazioni corretto e completo', ma testualmente "senza pretesa di verità".

Caso banche venete, commissione d'inchiesta vuole i nomi insolventi

Intanto va avanti la a Commissione bicamerale d'inchiesta sulle banche ha chiesto ai liquidatori delle banche venete la lista di chi ha ottenuto grandi prestiti da Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza e non li ha onorati. Lo ha annunciato il presidente Pier Ferdinando Casini nel corso dell'audizione delle associazioni dei risparmiatori delle banche venete.

"Ho inviato una richiesta ai liquidatori- ha detto - chiedendo la lista dei principali debitori inadempienti con indicazioni di nomi es importi".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Loredana Bertè: "Abbiamo nascosto in soffitta Mimì per un anno"

  • Bollo auto, ecco cosa cambia davvero dal 1° gennaio 2020

  • Prende il reddito di cittadinanza ma ha un bar: la sanzione è da capogiro

  • Estrazioni Lotto oggi e SuperEnalotto: i numeri di sabato 7 dicembre 2019

  • Michelle Hunziker 'presenta' le figlie Celeste e Sole: tali e quali a mamma e papà (FOTO)

  • Bollette luce e gas, buone notizie per metà delle famiglie italiane

Torna su
Today è in caricamento