Manovra, semaforo verde: tutte le novità

Il governo ha incassato la fiducia (bagarre in Aula). Che cosa c'è nella manovra appena approvata, in definitiva? Tutte le misure più importanti e le novità per il 2020

Manovra, in Aula al momento della votazione era presente anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte (Ansa,foto repertorio)

Il dado è tratto. Via libera definitivo dell'Aula della Camera alla Manovra, su cui il governo ha incassato la fiducia. I voti a favore sono stati 312, 153 i contrari, due gli astenuti. In Aula al momento della votazione era presente il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

A pochi minuti dal voto finale sulla Manovra, mentre parla Leonardo Donno del M5s, i deputati di Fdi tirao fuori ed espongono uno striscione in Aula alla Camera con la scritta "M5s parlava di rivoluzione, ora pensa solo a mangiare il panettone". E' bagarre. Intervengono i commessi. Federico Mollicone, tra i deputati Fdi che espone lo striscione, sale sui banchi ed il presidente Fico lo espelle. Teatrino deplorevole, comunque la si pensi.

Che cosa c'è nella manovra, in definitiva? Nessun aumento Iva, taglio del cuneo fiscale, lotta all'evasione e incentivi a chi usa le carte di credito, superticket addio dal primo settembre. E poi plastic tax e sugar tax. Per il cuneo fiscale tre miliardi per il 2020 e 5 per il 2021. Oltre che da un maggior ricorso al deficit e dalla spending review, la legge è finanziata dalla stangata sui giochi. Sono saltate invece all'ultimo minuto la legalizzazione della cannabis light e la Tobin tax, che avrebbe tassato dello 0,04% alcuni tipi di transazioni finanziarie on line

Stop clausole 2020

Sono state cancellate completamente per il 2020 e parzialmente per il 2021 le cosiddette clausole di salvaguardia, ovvero gli aumenti delle aliquote Iva e delle accise per un valore complessivo di circa 23 miliardi di euro. Dal 2021 però arriva una nuova stangata sulla benzina con un ritocco all'insù delle clausole di salvaguardia sulle accise. Queste risorse vengono impiegate per alleggerire l'impatto del ridimensionamento delle misure sulla plastica e sulla sugar tax e per allentare la stretta sulle auto aziendali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nuove tasse: plastic, sugar e auto

Le nuove tasse introdotte dalla manovra sono state ridimensionate e posticipate nel corso dell'iter parlamentare. La plastic tax, cambiata più volte, entrerà in vigore da luglio e prevede nella sua ultima versione un'imposta di 45 centesimi al chilo (da 1 euro iniziale, poi ridotto a 50 centesimi) per i prodotti monouso. Slitta, invece, a ottobre la sugar tax, che resta a 10 centesimo al litro. Praticamente azzerata, invece, la stretta sulle auto aziendali che partirà a luglio per i nuovi contratti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta Susanna Vianello, figlia di Edoardo e Wilma Goich

  • Coronavirus, dagli alimenti alle banconote: a cosa stare attenti quando facciamo la spesa

  • Massimiliano e Davide uccisi, lo strazio della sorella: "Mi sembra di impazzire"

  • Coronavirus, l'appello disperato di Linda da Londra: "Ci lasciano morire soli a casa come animali"

  • Michelle Hunziker, famiglia XXL in quarantena: "Per me Goffredo e Sara due figli acquisiti"

  • Coronavirus, le tre condizioni (secondo il virologo) per tornare alla "pseudo normalità"

Torna su
Today è in caricamento