Contenitori per monetine da 1, 2 e 5 centesimi in tutti i tabacchi italiani: a cosa servono

Una raccolta di monete cosiddette di "scarto" che rappresentano un’enorme fonte di ricchezza che può essere rimessa in circolo nel nostro Paese per la creazione di nuove aziende: cos'è il "Progetto Spicciati"

Monetine raccolte nelle tabaccherie italiane. Foto archivio Today

I posti di lavoro si creano raccogliendo le monetine? E' questa l'intenzione del "Progetto Spicciati", che ha ottenuto il patrocinio del ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo. Il progetto prevede infatti che le somme raccolte servano per finanziare la creazione di nuove imprese nel campo dell'ambiente, turismo, bioeconomy, industria culturale e creativa, social innovation ed energia, con stanziamenti a fondo perduto.

Ma andiamo con ordine. Di cosa parliamo nello specifico? Si tratta di una raccolta di monete cosiddette di 'scarto' che rappresentano un'enorme fonte di ricchezza che può essere rimessa in circolo nel nostro Paese per la creazione di nuove aziende. Il valore percepito di queste monete è pari a zero. Il loro costo di produzione supera il loro valore.

Monetine raccolte nelle tabaccherie italiane per finanziare le imprese

Le monete da 1, 2 e 5 centesimi di euro che circolano in Italia valgono oltre 198 milioni di euro (dati della Banca d'Italia). Queste monete raccolte possono determinare in Italia un'opportunità di finanziamento per progetti innovativi, formazione e creazione di nuovi posti di lavoro, almeno secondo gli ideatori del progetto. I punti di raccolta saranno le 55mila tabaccherie sparse in tutto il territorio italiano. La particolarità della rete delle tabaccherie garantisce una raccolta accessibile a tutti i cittadini italiani senza distinzione di età, classe sociale culturale, residenziale e senza alcuna barriera di digital divide. I tabaccai saranno dunque gli 'angels' dell'iniziativa, posizionando contenitori per la raccolta e proporranno ai loro clienti come poter utilizzare i centesimi in modo produttivo e trasparente, contribuendo a creare nuovi posti di lavoro.

Addio alle monete da 1 e 2 centesimi: cosa succederà ai prezzi? 

I contenitori saranno prelevati una volta al mese e sostituiti con i nuovi. La cifra raggiunta sarà aggiornata real time sul sito del ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, in un'ottica di massima trasparenza. Il processo sarà certificato inoltre da una società di revisione. L'iniziativa sarà presentata al ministero dell'Agricoltura mercoledì 20 marzo. Alla conferenza stampa, durante la quale sarà proiettato un video di presentazione al quale ha prestato la voce Ricky Tognazzi, interverrà per un saluto il ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio. Parteciperanno: David Casalini, presidente 'Start up Italia'; Gian Maria Miliacca, presidente ''Associazione Start Italy''; Cesare Biasini Selvaggi, direttore di ''Exibart''; Domenico Agnello, partner per digital strategy & innovation di Price Waterhouse Cooper.

Paga 9 anni di alimenti all'ex moglie con una tonnellata di monetine 

Potrebbe interessarti

  • Falsi amici: 7 alimenti che pensi facciano dimagrire ma che invece fanno ingrassare

  • Come fare la valigia perfetta

  • I rimedi per liberarsi dei ragnetti rossi

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi sabato 17 agosto 2019: numeri vincenti

  • Deva Cassel, figlia di Monica Bellucci, incanta i paparazzi in Grecia (FOTO)

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di oggi martedì 20 agosto 2019: numeri vincenti

  • Virginia, figlia di Paola Ferrari, è tale e quale a mamma: la prima foto su Instagram

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 19 al 25 agosto 2019

  • Temptation Island Vip 2019: data, coppie, conduttore e tutte le anticipazioni

Torna su
Today è in caricamento