Mps, Bankitalia vide criticità: "Titoli di Stato in quota doppia rispetto alle altre banche"

La crisi del Monte dei Paschi di Siena non è da imputare alle operazioni sui derivati Alexandria e Santorini. Lo ha affermato nel corso dell'audizione in commissione di inchiesta sulle banche il sostituto procuratore di Milano, Stefano Civardi

Che in Monte dei Paschi ci fossero molte cose che non andavano lo aveva capito il mercato, il titolo scendeva e leggendo le ispezioni di Bankitalia era più che mai evidente. I segnali di criticità erano evidenti". Lo ha detto il pubblico ministero Stefano Civardi nell'audizione davanti alla Commissione d'inchiesta parlamentare sulle banche che si è occupata oggi della banca senese.

Il pm aggiunge che la crisi di Mps non dipese dalle ristrutturazioni sui derivati Alexandria e Santorini."Va incorniciata in una crisi di sistema. Mps aveva tanti titoli di Stato, una quota doppia ririspetto alle altre banche".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollette luce e gas, buona notizia per metà degli italiani

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 13 febbraio 2020: centrato un 5+1 da mezzo milione

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • La moglie di Piero Pelù rivela: "Mi ha sposata perché aveva strizza"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 11 febbraio 2020

  • Buoni fruttiferi postali, il "brutto pasticcio" sui rimborsi

Torna su
Today è in caricamento