Negozi chiusi la domenica, arriva la proposta di legge

Un ddl per rivedere le liberalizzazioni istituite dal governo Monti

Negozi chiusi la domenica: è partito alla Camera l'iter per rivedere le liberalizzazioni del governo Monti sugli orari di apertura degli esercizi commerciali. 

La Lega ha incardinato in Commissione Attività produttive della Camera la proposta di legge che disciplina gli orari di apertura degli esercizi commerciali. Il testo, a firma della leghista Barbara Saltamartini, si compone di soli due articoli e di fatto va ad abrogare i due che hanno liberalizzato le aperture dei negozi del cosidetto "Salva Italia", varato dal governo Monti, il quale aveva introdotto massima autonomia da parte degli esercizi. 

Ora si prevede la reintroduzione della chiusura domenicale obbligatoria, affidando ai comuni e alle regioni il compito di determinare il nuovo quadro delle regole, fissando un massimo di otto aperture straordinarie durante l'anno. Si parla infatti di un "piano per la regolazione degli orari di apertura e di chiusura degli esercizi commerciali" e il documento individua "i giorni e le zone del territorio nei quali gli esercenti possono derogare all’obbligo di chiusura domenicale e festiva": si tratta di tutte "le domeniche del mese di dicembre, nonché ulteriori quattro domeniche o festività nel corso degli altri mesi dell’anno".

Addio allo shopping domenicale: "Una legge per garantire ai lavoratori giorni liberi" 

"Tuteleremo chi lavora nei centri commerciali e i piccoli negozianti distrutti dalla grande distribuzione. Una battaglia iniziata nel 2013 che finalmente prende forme definite", ha scritto su Facebook il sottosegretario alle Infrastrutture e ai trasporti Michele Dell'Orco (M5s). 

Sulla questione si è espressa anche Confesercenti: "Fondamentale è passare dalla deregulation totale a un minimo di regolamentazione per correggere una distorsione che ha compresso i diritti di piccoli imprenditori e di lavoratori senza alcun vero vantaggio per economia ed occupazione, visto che ha causato indirettamente la chiusura di almeno 50mila negozi. La proposta di legge di iniziativa popolare, promossa da Confesercenti con Cei, è in Parlamento ormai dal 2013: ci auguriamo che, dopo cinque anni, i 150mila firmatari abbiano finalmente una risposta".

Critico il Codacons. “Se il governo vuole uccidere il commercio in Italia, l’iter avviato è sicuramente quello giusto – afferma il presidente Carlo Rienzi – Una fetta consistente di negozi riesce a sopravvivere proprio grazie agli acquisti che i consumatori fanno nei giorni di festa, quando cioè le famiglie sono libere di uscire e girare per le vie dello shopping e i centri commerciali. Vietare le aperture domenicali e nei giorni festivi si tradurrebbe in una condanna a morte per migliaia e migliaia di piccoli esercizi, in un momento storico in cui i consumi sono già al palo”.

“Siamo d’accordo sulla necessità di combattere il precariato e lo sfruttamento dei lavoratori – prosegue Rienzi – ma la soluzione non può certo essere il blocco delle liberalizzazioni, soprattutto quando incombe l’e-commerce che attira un numero sempre crescente di consumatori. Si deve optare quindi per il lavoro domenicale su base volontaria, con il pieno riconoscimento dei diritti dei lavoratori, in modo da offrire garanzie senza danneggiare il commercio e i consumatori”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (12)

  • io sono una persona che ha famiglia e lavora in un centro commerciale e dico a tutti quelli che dicono che non bisogna chiudere la domenica.... Ma mettetevi nei miei panni lavorare tutti i giorni e snervante ... stress ti obbligano a fare turni indecenti fare 3 2 ore di pausa x farti coprire tutto il giorno ... Non è bello ... voi parlate perché non lavorate il sabato e la domenica.. facciamo cambio e dopo 15 anni nel commercio me lo dite.... siete tutti bravi a parlare.... O nascondervi dietro un telefono

  • È pacifico che la grande distribuzione procederebbe a migliaia di licenziamenti per riduzione di personale... così chi non voleva lavorare la domenica non lavorerà neppure gli altri giorni ... ma tanto si aspetta il reddito di cittadinanza ... o no???

    • Se la grande (o la piccola, se è per questo) distribuzione ha la "necessità" di mantenere l'apertura domenicale, è evidentemente perché le vendite di domenica servono compensare ciò che non si vende gli altri giorni. Per cui, all'apertura di domenica potrebbe corrispondere la chiusura di un giorno infrasettimanale. Consentendo un giorno di riposo ai lavoratori, così come è giusto. Se è questa la necessità. Riguardo ai siti di Ecommerce, la proposta di legge di Crippa chiude anche quelli, la domenica. Non so della proposta di Barbara Saltamartini

  • Si è poi La domenica tutti in chiesa... Ahahaha

  • Sbagliatissimo chiudere i negozi e centri commerciali la domenica, specialmente ora con i consumi fermi. Invece che chiudere e perdere 500.000 posti di lavoro si metta delle regole precise a favore dei lavoratori. Basterebbe rendere volontario il lavoro domenicale e ben retribuito, istituire un limite di domeniche lavorate mensili, assunzioni di personale per coprire turni domenicali (di solito all’estero sono lavori ricercati da studenti universitari liberi da lezioni o di chi in cerca di lavoro). Giusto tenere chiuso alle feste civili e di culto

  • Ripristinare le maggiorazioni di stipendio per turni e festivi, il resto viene da sé....

    • Pensi cambierebbe qualcosa? Ci mettono in condizioni di accettare contratti di lavoro assurdi con compensi ridicoli, con la scusa che tanto “se non ti va bene fuori c’è gente che ha davvero bisogno di lavorare”. I diritti dei lavoratori esistono, il problema è che in pochi le rispettano! Potrei farti mille esempi, per esperienze personali.. Probabilmente la scelta di limitare le aperture domenicali e festive, in modo forzato, con una legge valida per tutti, è l’unica soluzione che possa funzionare. Da lavoratrice domenicale e festiva, senza particolari maggiorazioni, spero vivamente che questa cosa vada in porto. È giusto che almeno nei giorni di festa uno sia libero di passare il tempo con i propri cari, e questo non vale le maggiorazioni di questo mondo. Anche il signore la domenica ha riposato, non comprendo perché noi non dobbiamo averne il diritto..

      • .... mi auguro anche io che la cosa vada in porto, intendevo semplicemente che la liberalizzazione ha portato ad equiparare giorni ed orari rendendo conveniente per i padroni aprire addirittura 24 ore su 24,ma se dovessero pagare la domenica come giorno festivo(e determinati orari di conseguenza) perderebbero la convenienza ad aprire(o, nel caso, troverebbero personale disposto ad accettare il lavoro domenicale così come c'è chi fa straordinario per guadagnare di più...)... ;-)

  • Mi sembra giusto. Per lo shopping c'è tempo durante tutta la settimana. È sacrosanto che tutti possano riposare almeno un giorno alla settimana senza sacri@#?*%$re il tempo che potrebbe passare con i propri affetti facendo quello che gli pare. La domenica si passeggia nella natura, non al centro commerciale.

    • Ma tu lavori? Quando puoi fare shopping durante la settimana se lavori durante la settimana? La notte? Questa proposta è parafrasando Fantozzi... Una cagata pazzesca....

      • Perché? Tu lavori dalle 8 del mattino alle 20 dal lunedì al sabato?

  • Ahahahah tanto c'è Amazon, qual'è problema?? Ancora illusi di combattere con il mostro economico mondiale che noi stessi abbiamo creato...

Notizie di oggi

  • Politica

    Di Maio e il nuovo M5s di lotta e di governo: basta sconti a Salvini

  • Economia

    Pensioni, con la nuova indicizzazione ci perdono (quasi) tutti

  • Economia

    Perché l'Ue ha multato la Nike per 12,5 milioni di euro

  • Politica

    Basilicata, alle elezioni vince il generale della Finanza designato da Berlusconi

I più letti della settimana

  • Isola dei Famosi 2019: cast, concorrenti, puntate e tutte le anticipazioni

  • Belen rompe il silenzio: "E' stato Stefano a tornare: aveva sbagliato. Non sono riuscita a costruire un'altra famiglia"

  • Carlo Conti confessa: "Ho ripreso al volo mia moglie Francesca"

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 25 al 31 marzo 2019

  • Pensioni, c'è una novità importante sugli assegni in pagamento ad aprile

  • Torna l'ora legale: lancette da spostare (e gli effetti sul nostro organismo)

Torna su
Today è in caricamento