Leopolda, la proposta di Serra a Renzi: "Azzerare pagamenti in contanti"

Il finanziera annuncia: "Prenderò la tessera del Pd a Londra". Poi lancia la sua prima proposta: "Stop al contante. Lo hanno fatto in Corea, dove l'evasione era al 20%. Come da noi"

"L'ho visto fare in Corea. Quando la tracciabilità dei pagamenti è arrivata nel 1998, l'evasione fiscale era al 20% come in Italia. Hanno azzerato il pagamento in contante e l'evasione è passata dal 20 al 5%. E' una riforma a costo zero." E' quanto ha proposto il finanziere Davide Serra, in quello che è stato probabilmente il tavolo più affollato e seguito dei 52 allestiti alla Leopolda, nella kermesse ideata da Matteo Renzi.

"A noi il contante - ha precisato Serra - costa il 2, 3% all'anno per la gestione, quella digitale costerebbe l'1%. Quindi già come italiani risparmieremmo tantissimo. In più abbiamo la tracciabilità e abbassiamo l'evasione". Un sistema, tramite card reader già adottati ad esempio a Londra, "che dovrebbe essere obbligatorio per tutti i commercianti".

Quindi, la promessa del finanziere: "Ho deciso, prenderò la tessera del Partito democratico. Lo farò nella sezione di Londra".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (12)