Quota 100 "dannosa", restyling pensioni: cosa cambia con il governo M5s-Pd

"Quota 100 è dannosa e dovrà essere gradualmente eliminata", dice il parlamentare Pd ed ex ministro Padoan. Salvini durissimo: "Se proveranno a cambiare quota 100 e tornare alla legge Fornero non li lasceremo uscire da quel Palazzo". Le ipotesi sulle modifiche alla riforma delle pensioni

Pensioni, "quota 100 dannosa": il futuro della riforma

Sono quasi 176mila (175.995 per la precisione) le domande presentate all'Inps per accedere alla pensione anticipata con quota 100 (almeno 62 anni di età e 38 anni di contributi), fino al 6 settembre. Lo ha fatto sapere oggi l'Inps, precisando che 130.315 sono arrivate da uomini e 45.680 da donne. La maggior parte delle richieste riguarda dipendenti privati (65.120), a seguire i lavoratori iscritti alle gestione pubblica (55.167). Ma quale sarà il futuro di quota 100 col nuovo governo M5s-Pd? Con l'insediarsi dei dem al governo al posto della Lega di Salvini, da giorni si parla di restyling della misura di pensionamento anticipato e di una sua graduale eliminazione.

Pensioni, "quota 100 dannosa": il futuro della riforma

"Quota 100 è una misura che io ho sempre ritenuto dannosa e dovrà essere gradualmente eliminata secondo me, per essere rimpiazzata da misure che funzionano meglio''. Queste le parole nette di Pier Carlo Padoan, parlamentare del Pd e ed ex ministro dell'Economia, oggi ad Agorà su Rai3. Non si può escludere un intervento del governo Conte in questo campo, nell'ambito della prossima legge di Bilancio. Quota 100 - che in questi mesi non ha garantito quel ricambio generazionale auspicato dai promotori della misura - potrebbe essere rimodulata. Ma come? Andiamo con ordine.

La riforma delle pensioni attraverso la cosiddetta "quota 100" è stata approvata lo scorso gennaio, in via sperimentale per tre anni: operativa dal 2019, dunque, ha una dotazione finanziaria che ne garantisce la copertura fino al 2021. Ora però questo "piano" triennale sembra essere in bilico: difficile che l'anno prossimo quota 100 venga cancellata, ma sulla misura di pensionamento anticipato cara soprattutto alla Lega ci sono diverse ipotesi di restyling sul tavolo. Secondo il Sole 24Ore, "la strada imboccata dalle due forze politiche porta, per il momento, a una significativa “manutenzione” dello strumento per il pensionamento anticipato con almeno 62 anni di età e 38 di contribuzione, fortemente voluto dalla Lega". E sono due le opzioni sul tavolo stando a queste indiscrezioni di stampa: la prima sarebbe di "rendere sempre vincolante l’aggancio automatico all’aspettativa di vita per le uscite anticipate (quota compresa), ad esclusione dei lavori usuranti e gravosi e di ritarare le finestre d’uscita"; la seconda opzione, invece, porta all'innalzamento dell'età minima per accedere alla pensione anticipata, che passerebbe da 62 a 64 anni.

Pensioni "di garanzia", che cosa prevede il piano M5s-Pd (e c'è l'ipotesi Quota 101)

Il percorso dei tre anni di sperimentazione potrebbe essere abbreviato, con lo stop anticipato di un anno (a fine 2020), lasciando comunque un varco non troppo stretto per l’uscita anticipata, in primis per i lavoratori coinvolti in crisi aziendali, soprattutto con il potenziamento dell'Ape sociale (che ora scade a fine 2019). "Un intervento di questo tipo - scrive il Sole24Ore - consentirebbe di risparmiare gli oltre 8,6 miliardi già stanziati per il 2021, che solo per una fetta verrebbero assorbiti dal prolungamento in versione rafforzata dall’Anticipo pensionistico con prestito bancario. Rimarrebbero disponibili almeno 6,5-7 miliardi, che si andrebbero ad aggiungere ai 2,5-3,5 miliardi di risparmi attesi per il prossimo anno a causa del tasso di adesione molto più basso di quello stimato inizialmente (domande inferiori di oltre il 30% rispetto alle previsioni). Ma la minor spesa 2020 potrebbe lievitare a 4,5-5 miliardi con la “manutenzione” in cantiere. In tutto la dote da recuperare da Quota 100 potrebbe quindi arrivare a 12 miliardi in due anni, oltre un terzo dei quali utilizzabili già nel 2020". Staremo a vedere.

Tante le ipotesi che circolano sulle possibili modifiche all'impianto di quota 100, dunque. In attesa di capire come e se cambierà con il governo M5s-Pd, oggi Salvini è stato durissimo: "Se i signori là dentro proveranno a cambiare quota 100 e tornare alla legge Fornero non li lasceremo uscire da quel Palazzo, ci staranno giorno e notte, Natale e Ferragosto", ha detto a margine della manifestazione contro la fiducia al governo Conte davanti a Montecitorio.

Rivalutazione pensioni ANSA-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiede il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere un albergo da 800mila euro

  • In arrivo 55mila lettere dall'Agenzia delle Entrate

  • Medico muore durante il turno di notte: aveva 28 anni

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

  • Rompe il finestrino per rubare: nell'auto trova un vero tesoro

  • Bonus tv e decoder, ora è ufficiale: chi deve cambiare il televisore

Torna su
Today è in caricamento